Recensione – Non è la fine del mondo 

Ed eccoci qui, come promesso, con la recensione multipla!

Autrice: Alessia Gazzola                          Genere: romanzo rosa                Prima pubblicazione: 2016              Prezzo di copertina: 15€          Numero di pagine: 218                      Casa editrice: Feltrinelli


RECENSIONE A CURA DI “L’ultima pagina del libro 

L’autrice 

Alessia Gazzola (Messina, 1982), maturità classica, laurea in Medicina e Chirurgia, è specializzata in Medicina Legale. Della fortunatissima serie dedicata alle avventure amorose e professionali di Alice Allevi fanno parte: “L’Allieva”, “Un segreto non è per sempre”, “Sindrome da cuore in sospeso”, “Le ossa della principessa” e “Una lunga estate crudele”, tutti pubblicati da Longanesi. I suoi libri sono tradotti in Germania, Francia, Spagna, Turchia, Polonia, Serbia e Giappone. Dai primi tre romanzi Endemol e RAI1 hanno realizzato una fiction televisiva con Alessandra Mastronardi nei panni di Alice Allevi. Ama viaggiare, leggere (lo considera una tipologia di viaggio) e cucinare. Vive a Verona con il marito e le sue due piccole bambine. Per Feltrinelli ha pubblicato “Non è la fine del mondo” (2016).

La trama 

Emma De Tessent. Eterna stagista, trentenne, carina, di buona famiglia, brillante negli studi, salda nei valori (quasi sempre). Residenza: Roma. Per il momento – ma solo per il momento – insieme alla madre. Sogni proibiti: il villino con il glicine dove si rifugia quando si sente giù. Un uomo che probabilmente esiste solo nei romanzi regency di cui va matta. Un contratto a tempo indeterminato. A salvarla dallo stereotipo dell’odierna zitella, solo l’allergia ai gatti. Il giorno in cui la società di produzione cinematografica per cui lavora non le rinnova il contratto, Emma si sente davvero come una delle eroine romantiche dei suoi romanzi: sola, a lottare contro la sorte avversa e la fine del mondo. Avvilita e depressa, dopo una serie di colloqui di lavoro fallimentari trova rifugio in un negozio di vestiti per bambini, dove viene presa come assistente. E così tutto cambia. Ma proprio quando si convince che la tempesta si sia finalmente allontanata, il passato torna a bussare alla sua porta: il mondo del cinema rivuole lei, la tenace stagista. Deve tornare a inseguire il suo sogno oppure restare dov’è? E perché il famoso scrittore che Emma aveva a lungo cercato di convincere a cederle i diritti di trasposizione cinematografica del suo romanzo si è infine deciso a farlo? E cosa vuole da lei quell’affascinante produttore che continua a ronzare intorno al negozio dove lavora?  “Tenace stagista. Incrollabile sognatrice. Calamita per produttori scorbutici e scrittori zen. Mi chiamo Emma De Tessent, e questa è la mia storia.


Un estratto 

Un giorno di qualche mese fa, nello stesso giorno, un mascalzone mi scippò per strada e un temporale fulminò la parabola annullando per tutta la sera il segnale di Sky. Recuperare il portafoglio perché era vuoto e il ladro non sapeva che farsene, ma cadendo mi sono rotta il mignolo della mano sinistra. In quella circostanza ho appreso che pur essendo in sé il mignolo un dito abbastanza inutile, quando si rompe fa un male cane. E forse, quel giorno, ne ho dette troppo  sulla sfortuna e mi sono chiamato addosso un’anatema molto più forte, come se la sorte volesse insegnarmi che bisogna lamentarsi solo quando ce n’è una vera ragione. Quel giorno che mi è parso così tremendo non era poi la fine del mondo. Quella sarebbe arrivata dopo.

La recensione 

Provo emozioni contrastanti per questo libro. Da una parte sento un po’ di malinconia all’idea di averlo finito, dall’altra credo che sarà una sensazione piuttosto passeggera.  

 Innamzitutto sul retro del libro sta scritto “Una commedia romantica”, ma di romantico qui c’è ben poco , o quantomeno niente di veramente concreto. Anche dal lato comico la situazione non è diversa: molte scene lasciano un piccolo sorriso, sopratutto quelle con le nipoti della protagonista, tuttavia buona parte della storia è tutt’altro che allegra e l’allegria stessa sembra inserita in modo forzato.
Per quanto riguarda i protagonisti, sarò io che forse non ho empatia ma a volte sarei volentieri entrata nella storia per prendere a schiaffi Emma, e dirle di smetterla d’indugiare e di buttarsi (un po’ come Bonolis, ecco). Nessun personaggio mi ha particolarmente colpita, nonostante debba riconoscere che sono stati tutti accuratamente caratterizzati.

Nel complesso la trama è abbastanza prevedibile, non del tutto grazie a piccole novità come l’utilizzo del mondo cinematografico per background o la figura di Tameyoshi Tessai. Per quanto il finale mi abbia lasciata insoddisfatta, ammetto che sicuramente è stata una buona tattica onde evitare di cadere nel banale.

Lo stile è molto semplice e ciò stona con le nozioni di biologia (ricordiamo che la Gazzola ha studiato medicina legale) inserite di nascosto qua e là: difficilmente il target a cui il romanzo si rivolge saprebbe definire il termine “sinapsi”, per fare un esempio.

In conclusione, “Non è la fine del mondo” è un libro che si legge in fretta, simpatico, capace di suscitare emozioni ma non di appagarle del tutto, o almeno non le mie. Insomma, mi è piaciuto, sì, peró… non è la fine del mondo.



RECENSIONE  A CURA DI “La mia vita sono i libri

“Quel giorno che mi è apparso così tremendo non era poi la fine del mondo…”

Si sa, quando qualcosa nella propria vita vs male si crede che questa significhi la fine del mondo, ma ciò non potrebbe essere più sbagliato.. A convincerci di questa affermazione sarà proprio la protagonista di questa vicenda, fresca di stampa, leggera, frizzante e dolce.  Continua a leggere

Annunci

1 thought on “Recensione – Non è la fine del mondo 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close