Teaser Tuesday – La tela di Carlotta

"Omaggi" disse la voce. 

Wilbur balzò in piedi.

"…maggi, cosa?" gridò.

 "Omaggi" ripetè la voce. 

"Chi sono questi omaggi e chi sei tu?" strillò Wilbur "Ti prego, ti prego, dimmi dove sei. E cosa sono gli omaggi?"

"Omaggi sono dei saluti" spiegò la voce "Quando io dico 'omaggi' è solo il mio immaginifico modo di dire 'ciao'  o 'buongiorno'. In realtà è un'espressione un po' sciocca, e io stessa mi stupisco di averla usata. Quanto a localizzarmi,  è facile: guarda verso quest'angolo nel vano delle porta. Sono qui, guarda, ti sto facendo cenno. 

Finalmente Wilbur riuscì a distinguere la creatura che gli aveva parlato con tanta gentilezza. Tesa attraverso la parte superiore del vano stava una grande ragnatela, dalla cui cima pendeva, a testa in giù, un ragno grigio, grosso come una lacrima di gomma. Stava agitando una delle sue otto zampe verso Wilbur, in cenno di amichevole saluto. 

Autore: È. B. White

Trama: Può un maiale fare amicizia con un ragno? Certo che si, quando il maiale è un cucciolo come Wilbur e il ragno si chiama Carlotta. Il primo, vivacissimo e curioso, è stato adottato dalla piccola Fern, la figlia del fattore, la seconda, saggia e affettuosa, ha un grande talento artistico per la tessitura delle tele. Sarà proprio Carlotta a escogitare un fantasioso piano per salvare la vita dell'amico. E alla fine anche Fern avrà capito molte cose: per esempio che gli animali sonopiù vicini di noi al senso della vita… 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...