Recensione – La ragazza delle fragole 

Autrice: Lisa Strømme                         
Genere: Narrativa                               
Prima pubblicazione: 2016               
Prezzo  di copertina: 14€                
Numero di pagine: 307
Casa editrice: Giunti

    L’autrice 


    Lisa Strømme è nata in Yorkshire e vive in Norvegia, non lontano da Åsgårdstrand. “La ragazza delle fragole” è il suo esordio letterario, in corso di traduzione in vari Paesi.

    La trama

    Liberamente ispirato a un episodio poco noto della vita di Edvard Munch, “La ragazza delle fragole” di Lisa Strømme è un romanzo d’amore, che combina arte, storia e romance sullo sfondo di un clima culturale “fin de siècle” ricostruito con grande fedeltà.
    Norvegia, 1893. Nel pittoresco villaggio di Åsgårdstrand, che si affaccia sui fiordi del Mare del Nord, a qualche chilometro da Oslo, molti artisti trascorrono le vacanze estive. A pochi passi dal mare c’è anche la piccola casa di Edvard Munch, il pittore “malato” che la comunità locale guarda con grande sospetto.

    Nonostante il divieto di rivolgergli la parola e di contemplare le sue tele, la piccola Johanne non resiste, e ogni volta che viene mandata a raccogliere le fragole da vendere ai turisti, si intrattiene con il giovane artista. È proprio la pittura e il mondo dell’arte ad affascinarla e Munch sembra l’unico ad averlo intuito e a incoraggiarla in quella direzione.

    L’estate di libertà di Johanne finisce però quando sua madre la manda a servizio da una delle famiglie più in vista del luogo, per tenere compagnia a Tullik, una ragazza di qualche anno più grande di lei. Ed è così che Johanne sarà testimone di un evento sconcertante: tra Tullik e Munch scoppia una passione febbrile e pericolosa.

    Un sentimento tanto impetuoso quanto osteggiato che sconvolgerà la vita delle due ragazze fino a mettere in pericolo le stesse opere del pittore. 

    Un estratto 

    La consapevolezza istintiva di dover vivere la propria esistenza senza di lui.

    Tutti i fili intrecciati che li avevano legati insieme si spezzarono nell’istante in cui le fu rubata l’anima. 

    La fonte della sua energia, la sua forza vitale si offuscò, e il suo splendore svanì, lasciandola vuota, privata di tutto. 
    La disperazione nei suoi occhi, la sofferenza che bloccava le lacrime.

    La recensione 

    La peculiarità di questo libro sta nell’avere come protagonista maschile Edvard Munch. Il tema dell’amore va a braccetto con quello della pittura, attraverso l’espressione dei sentimenti mediante i colori e la descrizione di quadri realmente opera di Munch. Inoltre, ogni capitolo viene introdotto da una citazione de “La teoria dei colori” di Goethe. Munch viene caratterizzato in maniera fedele all’originale: un uomo con un passato e un presente difficile, tormentato e introverso.  Tulik è al contrario una ragazza di buona famiglia, bella, affascinante, passionale, un’ esplosione di vita. Munch inizierà a farne il soggetto delle proprie tele, dando vita a un amore fugace e segreto per preservare l’onore della famiglia di lei.  Spesso mi sono ritrovata a pensare “Tutto questo casino per dei quadri?“, per poi convenire che fosse giusto così e non potesse andare in nessun altro modo. 

    Una storia senza dubbio appassionante, che spinge il lettore a portare a termine il libro per scoprirne il finale (per me soddisfacente). Non mi sono infatti attaccata particolarmente a nessun personaggio, anche sr Lisa Strømme ha fatto un ottimo lavoro di caratterizzazione e più volte ho parteggiato per uno o per l’altro.

    Bello anche lo stile, curato ma non difficile, scorrevole, con dettagliate descrizioni che a volte rallentano il ritmo ma niente di troppo fastidioso. 

    In conclusione, un romanzo  originale, interessante, ben sviluppato e che sicuramente consiglierò in futuro.

    Annunci

    2 thoughts on “Recensione – La ragazza delle fragole 

    1. Ok, direi che la mia wishlist è appena aumentata di nuovo ahahaha mi ispirava già tantissimo dalla trama ma con la tua recensione mi sono decisa. Sarà sicuramente mio. 🙂

      Liked by 1 persona

    Rispondi

    Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...