Recensione – Al posto tuo

In collaborazione con Cartolibreria Brivio srl Mondadori Junior.

  • Autrice: Michelle Painchaud
  • Genere: avventura, sentimentale 
  • Prima pubblicazione: 2015
  • Prezzo di copertina: 17€
  • Numero di pagine: 266
  • Casa editrice: Mondadori

L’autrice 


Michelle Painchaud ha ventiquattro anni, è nata a Seattle ma è cresciuta alle Hawaii. Ama gli anime, i gatti e le storie travolgenti di adolescenti. Vive in California, a San Diego. Questo è il suo primo romanzo.

La trama 

Erica Silverman fu rapita all’età di quattro anni. Da allora nessuno l’ha più vista.

Sono passati tredici anni, ma i suoi genitori multimilionari non hanno mai smesso di cercarla, e non hanno badato a spese per farlo.

Poi, il miracolo accade.

Erica ricompare.

Ha diciassette anni ora. Anni interi della sua vita sono stati cancellati. È molto provata e arrabbiata. E deve imparare di nuovo chi è e da dove viene.

Ma c’è un particolare, di cui quasi nessuno è a conoscenza: lei non è Erica Silverman.

Violet è la figlia adottiva del più grande truffatore di Las Vegas. Ha passato la sua intera esistenza a prepararsi a vestire i panni di una ragazza che non ha mai conosciuto. Ha lo stesso gruppo sanguigno di Erica, e, grazie alla chirurgia plastica e all’inganno, anche la sua stessa faccia, il suo stesso corpo e il suo stesso DNA. E poi conosce ogni dettaglio della vita dei Silverman, così come è perfettamente in grado di simulare i sintomi del disturbo post traumatico da stress che le servirà per ingannarli. Perché il piano agghiacciante di suo padre ha uno scopo ben preciso: farla rimanere abbastanza a lungo a casa Silverman per rubare un quadro leggendario di loro proprietà.

Ma una volta entrata a far parte, per la prima volta nella sua vita, di una vera famiglia, qualcosa in Violet inizia a incrinarsi. Quando la tua vita è stata plasmata sulla manipolazione e l’inganno, il rischio inevitabile è di perderti nelle tue stesse bugie.

Un estratto 

Qui è inutile essere Erica. E con lei in naftalina, le redini passano a Violet. I modi bruschi di Violet sono il travestimento perfetto. Per Millicent, Erica esprime così il suo vero io, l’io arrabbiato, tormentato, tradito e scaraventato in un mondo completamente nuovo. Non ha motivo di sospettare che invece sia Violet il vero io nascosto dietro Erica. Per lei, ci sono solo due aspetti di un’unica persona. Ed è nel giusto più di quanto creda 

La recensione 

Uscito da poco più di un mese, “Al posto tuo” si distingue dalle altre novità per una trama non convenzionale: ci troviamo a Las Vegas, patria del divertimento, e per Erica Silverman tutto, dai suoi amici alla ricca casa in cui vive, rappresenta una nuova avventura. Perché Erica, in realtà, non è quella rapita a quattro anni: si tratta infatti di Violet, figlia adottiva di un truffatore e incaricata di rubare il prestigioso quadro della famiglia Silverman. Gestire due identità non è facile, però, nemmeno per un’esperta come Violet.

L’iniziale curiosità si è smorzata nelle prime pagine, dove viene fin da subito rivelato il destino della vera Erica e che, se tenuto nascosto per più tempo, avrebbe potuto intrigare ulteriormente il lettore Resta interessante scoprire come agirà Violet quando arriverà il momento del furto e nella sua prevedibilità, il finale dolce-amaro, rimane imprevedibile grazie a tre colpi di scena.  

I personaggi si muovono bene nel loro ambienta, lo riflettono e lo esaltano senza forzarlo, destreggiandosi tra la parte più ricca e quella più squallida degli Stati Uniti.   

Lo stile semplice e incalzante mantiene ritmica la lettura per tutta la durata della storia, capitoli lunghi il giusto scorrono uno dietro l’altro come pedine di un domino, con un tono via via più drammatico man mano che ci avviciniamo alla fine. Tuttavia, non so spiegare perché, qualcosa mi ha impedito di affezionarmi particolarmente a questo libro. Le premesse per un romanzo perfetto ci sono tutte e certamente lo consiglio, eppure non credo che tra qualche tempo ne sentirò la mancanza. 

In conclusione, “Al posto tuo” è ottimo per chi cerca una storia d’azione, schietta, sentimentale ma non troppo e ha voglia di respirare per qualche pagina il lusso e lo sfarzo di Las Vegas.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...