Teaser Tuesday  – Le petit garçon

 

img_7388

Le père fait face aux policiers français venus réquisitionner Dora. “Le petit Garçon ne peut savourer les variations de ton qui ont émaillé ces quelques phrases et comment une dose de flatterie a contrebalancé une pincée d’ironie, le tout saupoudré de courtoisie, de fermeté, avec la constante notion d’une supériorité émanant de mon père, qui pourtant n’en abuse pas puisqu’il sait qu’elle irrit Pèrediocres et qu’il faut, en ces circonstances, jouer au plus fin avec l’adversaire, précisément parce qu’il n’est pas plus fort que vous, et ne pas risquer de la vexer mais plutôt encourager chez l’autre la satisfaction de soi, la conscience de son rôle.

Autore: Hilippe Labro

Trama: La Villa, à l’écart d’une petite ville du sud-ouest de la France, ressemble, avec son immense jardin, à un paradis ou rien ne peut arriver. C’est bien ce qu’avait voulu le père, un homme juste et sage. Voyant approcher la guerre, il avait quitté  Paris pour mettre sa jeune femme et leurs sept enfants à l’abri. Mais quanddéferlent les années 40, le malheur atteint les univers les plus protégés. Bientôt, la villa se peuplera d’étranges jardiniers et cuisinières. Ce sont des hommes, des femmes, des enfants traqués, en danger de mort. Puis les Allemands vont arriver et violer le sanctuaire.


«Portami anche un po' di limoncello, tesoro, già che ci sei».

«No, papà. Devi stare sobrio. Se vuoi, posso darti qualche bacca goji che ti tiene su».

«Emma. Ho detto limoncello. Qui! Subito!».

Così, un'ieniezione di seleparina sottocutanea si è trasformata in un circo familiare. 

Emma ha messo il muso al padre, Tommaso leggeva in italiano le istruzioni per bucare le pance, Matteo commentava con versi di approvazione le foto di chiome setose sparpagliate sul letto e io, io ho fatto la mia prima iniezione, mentre Emilio diceva «Ahi!».

Dopo si è formato un impressionante livido nero ma probabilmente è colpa del paziente che, contrariamente alle istruzioni, ha iniziato a sfregarsi vigorosamente la pancia, dicendo che si fa così e che lo sanno tutti e che forse in America non si usa ma, in Italia,lo sfregamento è obbligatorio.

 Come vedi, nonna, va tutto a meraviglia .

Tua a.

Autrice: Claudia de Lillo (Elasti)

Trama: A poco piú di vent'anni, con un dolore da smaltire, Alice lascia gli Stati Uniti e parte per Milano a occhi chiusi, all'avventura: ragazza alla pari per sei mesi. Ovvero baby-sitter, autista, cuoca, confidente e orecchio assoluto per una famiglia da riformare. Una madre in carriera, un padre piacione, un'adolescente pestifera, un ragazzino eccentrico, un piccolo alieno e una governante dispotica. «Sei qui per darci una mano con i ragazzi ma, soprattutto, per dare stabilità e tranquillità alla nostra famiglia», le hanno spiegato. Ecco che Alice, una mail dopo l'altra – scrivendo al fratello, alla nonna, agli amici lasciati dall'altra parte dell'oceano – compone un involontario e divertentissimo romanzo epistolare a senso unico. A colpi di battute e di rimpianti, di sorrisi e di rimproveri, la protagonista di Alla pari conoscerà se stessa e troverà la propria famiglia, anzi due: quella da cui viene e quellain cui si è imbattuta. E mentre il suo sguardo cambierà il mondo intorno, il mondo cambierà lei. Perché il caos, l'amore e persino i pidocchi hanno un lato davvero imprevedibile.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close