Recensione- Per questo mi chiamo Giovanni

  • Autore: Luigi Garlando
  • Genere: biografia 
  • Prima pubblicazione. 2004
  • Prezzo di copertina:11€
  • Numero di pagine: 154 + 9 pagine di intervista all’autore 
  • Casa editrice: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

L’autore 

Luigi Garlando (Milano, 5 maggio 1962) è un giornalista e scrittore italiano.

Laureato in lettere moderne a Milano, comincia a muovere i primi passi nel mondo dei fumetti. Approda poi a La Gazzetta dello Sport, dove ha ereditato la rubrica di Candido Cannavò, e dove scrive tuttora sia per il quotidiano sia per il supplemento SportWeek in cui cura dal 2012 una propria rubrica (Ripartenze, dedicata al calcio), inoltre è uno dei conduttori di Gazzetta TV.

È stato premiato dal CONI per la sezione inchieste e per il racconto sportivo. Scrive inoltre libri per ragazzi, trattando temi d’attualità, sociali e sportivi, perché – spiega – «Non esistono temi da grandi e temi da bambini, ma esistono modi diversi per affrontarli».

La trama 

Giovanni è un bambino di Palermo. Per il suo decimo compleanno, il papà gli regala una giornata speciale: una gita attraverso la città, per spiegargli come mai, di tutti i nomi possibili, per lui è stato scelto proprio Giovanni. Tappa dopo tappa nel racconto prendono vita i momenti chiave della storia di Giovanni Falcone, il suo impegno, le vittorie e le sconfitte, le rinunce, l’epilogo. Giovanni scopre che il papà non parla di cose astratte: la mafia c’è anche a scuola, è nel ragazzino prepotente che tormenta gli altri, è nel silenzio di complicità che ne avvolge le malefatte. La mafia è una nemica da combattere subito, senza aspettare di diventare grandi, anche se ti chiede di fare delle scelte e di subirne le conseguenze.

Un estratto 

[…]mamma stava bene, tu anche e io ti avevo preso in braccio per la prima volta. Ero l’uomo più felice del mondo nel giorno più brutto per Palermo, che aveva perso il suo uomo migliore. Quell’uomo era morto anche per me, per difendere i miei negozi, la mia casa, la mia città. Per lottare contro il mostro al posto mio aveva rinunciato ad avere un figlio, cioè alla gioia più grande che si possa provare sulla terra. Nessuno meglio di me quel sabato di maggio poteva capire i suoi sacrifici.” 

“Per questo, papà, io mi chiamo Giovanni?”

“Si. Per questo ti chiami Giovanni.”

La recensione 

Recensire un libro che parla di una storia vera e di persone realmente esistite è, a mio parere, sminuirlo. Posso dirvi che come biografia destinata ai giovani è ottima, in quanto illustra in modo chiaro, conciso e diretto la vita di Giovanni Falcone; posso dirvi che Garlando ha saputo egregiamente spiegare perché non dobbiamo arrenderci alle ingiustizie ma combatterle, posso dirvi che in poco più di 150 pagine è racchiuso il sentimento di speranza che Falcone ha lasciato. Potrei dirvi davvero tante cose e lo farei volentieri, ma questa volta preferisco non dilungarmi: non posso mettermi a parlare di stile, di trama o di personaggi. Non posso ridurre l’esperienza di questa lettura a una manciata di parole, no. Leggetelo e basta.  

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close