Sottopagina – Il linguaggio segreto dei fiori 

Salve a tutti! Nell’ultimo articolo di dicembre mi ero ripromessa di trovare nuove idee per rubriche da aggiornare senza una precisa cadenza, ebbene, quelo di oggi è un esperimento che spero possa piacervi!

Questa rubrica è dedicata all’approfondimento  di svariati argomenti presenti in determinati libri.

Per il primo articolo vi propongo dunque il romanzo che ho attualmente in lettura , ovvero “Il linguaggio segreto dei fiori“, di Vanessa Diffenbaug,

Sono uscite varie edizioni di questo libro, ciascuna raffigurante un diverso fiore

da cui l’approfondimento di oggi sul linguaggio segreto dei fiori.

Il linguaggio segreto dei fiori 

Prima di iniziare a scoprire il significato di diversi fiori, può essere interessante approfondire il contesto storico in cui è nato.

«Parlo del linguaggio segreto dei fiori» Cominciò a spiegare Elizabeth «Viene dall’epoca vittoriana, come il tuo nome, quando le persone comunicavano attraverso i fiori. Se un uomo regalava un mazzo di fiori a una giovane donna, lei correva a casa per cercare di decifrarne il messaggio segreto. […] Perciò un uomo doveva stare ben attento quando sceglieva i fiori.»

Tale linguaggio è detto inoltre “filografia” e fu introdotto da Mary Wortley Montagu, moglie dell’ambasciatore inglese a Costantinopoli, dopo il suo soggiorno nella capitale turca negli anni 1716-1718. Nelle sue lettere, pubblicate nel 1763, ella riferiva dell’usanza – chiamata selam – di attribuire significati simbolici a ogni sorta di oggetti, e in particolare ai fiori, ai frutti e alle piante. [Fonte: Wikipedia]

Nel corso del libro vengono quindi citati molti diversi generi e nelle ultime pagine è presente un appendice costituendo una sorta di mini-manuale per orientarsi tra i vari significati. Qualche esempio:

Acacia: Amore segreto

Acetosa: Affetto dei genitori

Achillea millefoglie: Cura per un cuore spezzato

Agrifoglio: Lungimiranza

Una pianta di acacia

I petali dei fiori sono così piccoli
che sono quasi nascosti dai lunghi stami. «Nascosti», ripetei.
«Nascondiglio uguale segreto. Stame uguale amore.» Arrossii mentre lo dicevo,
ma non distolsi lo sguardo.
E nemmeno Grant.

Alisso:Valote al di là della bellezza

Aloe: Dolore

Amello: Addio

Avena comune: L’anima ammaliante della musica

Achillea millefoglie

Basilico: Odio

Bella d’Irlanda: Buona fortuna

Biancospino: Speranza

Bocca di leone

Bocca di leone: Presunzione

Borraccina: Tranquillità

Bougainvillea: Passione

Bella d’Irlanda

Brugo: Protezionr

Buvardia: Entusiasmo

Cactus: Amote appassionato

Camelia: Il mio destino
è nelle tue mani

Camomilla: Forza nelle difficoltà

Capelvenere: Segretezza

Cardo: Misantropia

Castagno: Rendimi giustizia

Camelia

Cavolfiore: Profitto

Centonchio dei campi: Cambiamento

Cerfoglio: Sincerità

Chiodi di garofano

Chiodo di garofano: Ti ho amato a tua insaputa

Ciclamino: Timida speranza

CardoCicoria: Fragilità

Crisantemo: Verità

Dafne: Non ti vorrei in nessun altro modo

Dalia: Dignità

Digitale purpurea: Falsità

Dafne

Dracena: Stai per cadere in trappola

Erano perfette: strati di petali viola
con i margini bianchi si dispiegavano
dal centro dei ori. Liberai gli steli.
Le ragazze non avrebbero capito il signi cato delle dalie, eppure provai una sconosciuta sensazione di leggerezza mentre percorrevo
il lungo corridoio e facevo scivolare un gambo sotto la porta
chiusa di ogni stanza.

Eliotropio: Affetto devoto

Enula campana: Lacrime

Erica: Solitudine

Eustoma: Apprezzamento

Eliotropio

«I fiori per mia moglie!» disse. «Non glielo ha detto Renata? Ho solo pochi minuti,
e voglio che scelga qualcosa che la renda felice.» «Felice?» chiesi guardandomi intorno
per vedere i ori disponibili. Earl piegò
la testa di lato con aria pensierosa.
«Ora che ci penso, direi che mia moglie non è mai stata una donna davvero felice.»
Rise fra sé. «Ma era appassionata. E brillante. E curiosa. Aveva sempre un’opinione su tutto, anche su argomenti che non conosceva. È questo che mi manca.» Si sarebbe risvegliata davanti al mazzo di crisantemi bianchi e pervinche, verità e teneri ricordi?

Felce: Sincerità
Finocchio:Forza

Flox

Fiordaliso: Beatitudine solitaria

Fiore di cera: Suscettibilità

Flox: Le nostre anime sono unite

Fucsia

Fucsia: Umile amore

Garofano comune bianco: Dolce e incantevole

Garofano comune rosa: Non ti dimenticherò mai

Garofano piumoso: Amore puro

Garofano comune rosa

Gelsomino della Carolina: Separazionr

Gelsomino indiano: Unione

Giglio: Regalità

Ginestra: Umilia

Girasole: Falsr ricchezze

Gladiolo

Gladiolo: Mi trapassi il cuore

Glicine: Benvenuto  

Prese un giglio arancione da un secchio.«Per te», mi disse porgendomelo. «No, non mi piacciono i gigli», risposi. E non sono una regina, pensai. «Dovrebbero piacerti», replicò.
«Ti si addicono.»


Avete trovato il fiore che fa per voi? Ditemelo con un commento 🙂 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...