Recensione – Prima di domani (E finalmente ti dirò addio)

Buon inizio agosto a tutti! :) 

  • Autrice: Lauren Oliver
  • Genere: drammatico, sentimentale, romantico
  • Prima pubblicazione: 2011
  • Prezzo di copertina: 16,50€
  • Numero di pagine: 428
  • Casa editrice: Piemme


Lauren Oliver è un'acclamata autrice che in America ha raggiunto i vertici delle classifiche. Sempre per Piemme Freeway è uscito "E finalmente ti dirò addio"; per Il Battello a Vapore "Il viaggio di Lili e Po" e "Splinders".

Cosa faresti se ti rimanesse solo un giorno da vivere? Dove andresti? Chi baceresti? Fin dove ti spingeresti per salvare la tua vita? Samantha Kingston ha tutto quello che si potrebbe desiderare: un ragazzo che tutte invidiano, tre amiche fantastiche, la popolarità. E venerdì 12 febbraio sarà un altro giorno perfetto nella sua meravigliosa vita. Invece Sam morirà tornando in macchina con le sue amiche da una festa. La mattina dopo, però, Samantha si risveglia nel suo letto: è di nuovo il 12 febbraio. Sospesa fra la vita e la morte, continuerà a rivivere quella sua ultima giornata comportandosi ogni volta in modo diverso, cercando disperatamente di evitare l’incidente. 

Dicono che appena prima di morire la vita ti scorre davanti agli occhi in un lampo, ma a me non è andata così. In tutta sincerità, avevo sempre pensato che la storia del momento fatale in cui rivedi la tua vita come un film fosse davvero atroce. Certe cose è meglio che restino morte e sepolte, come direbbe mia madre. Sarei felice di scordare tutta la quinta elementare, per esempio (il periodo “occhiali e apparecchio”), e ditemi, qualcuno vorrebbe davvero rivivere il primo giorno di scuola media? Aggiungete le vacanze con la famiglia più noiose, le lezioni di algebra inutili, il mal di pancia per le mestruazioni e i pessimi baci a cui sono sopravvissuta per un pelo.

ATTENZIONE: lieve spoiler!

Dietro la vita apparentemente perfetta di Samantha si celano in realtà numerose insicurezze: la paura di tornare ad essere considerata una sfigata, un ragazzo che forse non ama davvero, una migliore amica non propriamente perfetta, il tema del bullismo. Sono tutti elementi che rendono "Prima di domani" un romanzo vicino agli adolescenti e da Lauren Oliver mescolati a una trama avvincente: cosa faresti se ti venisse data l'opportunità di rimediare alla tua morte?

Due le caratteristiche principali subito evidenti: lo stile e la caratterizzazione di Sam.

Conformemente al genere l'autrice adopera un registro fresco, scorrevole e colloquiale, senza risultare elementare. Tuttavia spesso si lancia in descrizioni a mio parere ridondanti ed eccessivamente stucchevoli, non giovanti al ritmo della narrazione. 

La caratterizzazione di Sam è invece un punto alquanto complesso: inizialmente ci appare come una ragazza superficiale, frivola, antipatica, una pedina del successo incapace di pensare con la propria mente. Ciò ha reso dapprima difficile il mio coinvolgimento emotivo. Dopo la propria morte, però, Samantha inizia a guardarsi indietro con occhio critico e distaccato, considerando gli eventi e le persone da una prospettiva diversa. Piano piano avviene dunque un radicale capovolgimento del personaggio, perfettamente riuscito in quanto graduale e e quindi convincente. A non soddisfarmi del tutto è stato però lo lei e la migliore amica Linsday. Linsday è in parte responsabile della morte di Sam e quando Sam se ne rende conto inevitabilmente tronca con lei ogni rapporto, sentendone comunque la nostalgia e riprendendone così i contatti. Eppure Linsday è una bulla, lo è stata anche con Sam, ma Sam tende a dimenticarne l'aspetto drastico. In fondo anche Linsday incarna un personaggio tutt'altro che scontato e interessante, non bianco, non nero, e con una doppia personalità. Avrei comunque preferito un ulteriore approfondimento riguardante la loro amicizia.

Altro elemento essenziale è Juliet, ragazza vittima di bullismo. Attraverso la sua storia entriamo in contatto con il lato più drammatico della vicenda, nonché il più verosimile. Juliet mostra a Sam e al lettore una realtà difficile e invita a riflettere sulle conseguenze delle nostre azioni. Davvero un ottimo lavoro.

In conclusione, "Prima di domani" tutto sommato si distingue e in esso il lieto fine non è da considerarsi così certo. 

Annunci

3 thoughts on “Recensione – Prima di domani (E finalmente ti dirò addio)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...