“Noi siamo tutto” e “Prima di domani”: qualche curiosità 

Il punto è: se hai tantissimi libri in attesa e uno in lettura, a rigor di logica non dovresti affatto comprarne altri. E invece no 😀 . Non potevo proprio perdere quest’occasione, capite? Anche perché hanno insistito così tanto per regalarmeli che mi è parso brutto e scortese rifiutare. Quindi diamo il benvenuto a loro due.

Si tratta di uscite abbastanza recenti e presto saranno entrambi trasposti sul grande schermo. Generalmente non compro libri perché vanno di moda, infatti giuro che li ho scelti solo perché le trame e le recensioni mi ispiravano.

Chiediamoci: perché le traduzioni italiane dei titoli fanno sempre schifo? Perché diamine hanno scelto un titolo così orribile che se non fosse per le recensioni non l’avrei manco cagato di striscio? No eh, anche perché conosco due bellissimi libri ugualmente sfortunati: The perks of being a wallflower e Love letters to the dead. Non vi dicono nulla? Sto parlando di Noi siamo infinito Noi siamo grandi come la vita. Cioè, che schiho.

Madeline Whittier è allergica al mondo. Soffre infatti di una patologia tanto rara quanto nota, che non le permette di entrare in contatto con il mondo esterno. Per questo non esce di casa, non l’ha mai fatto in diciassette anni. Mai un respiro d’aria fresca, né un raggio di sole caldo sul viso. Le uniche persone che può frequentare sono sua madre e la sua infermiera, Carla. Finché, un giorno, un camion di una ditta di traslochi si ferma nella sua via. Madeline è alla finestra quando vede… lui. Il nuovo vicino. Alto, magro e vestito di nero dalla testa ai piedi: maglietta nera, jeans neri, scarpe da ginnastica nere e un berretto nero di maglia che gli nasconde completamente i capelli. Il suo nome è Olly. I loro sguardi si incrociano per un secondo. E anche se nella vita è impossibile prevedere sempre tutto, in quel secondo Madeline prevede che si innamorerà di lui. Anzi, ne è sicura. Come è quasi sicura che sarà un disastro. Perché, per la prima volta, quello che ha non le basta più. E per vivere anche solo un giorno perfetto è pronta a rischiare tutto. Tutto. Bestseller n°1 del New York Times, e tuttora ai vertici delle classifiche negli Stati Uniti a oltre un anno di distanza dall’uscita, lo struggente e romantico romanzo d’esordio di Nicola Yoon è in corso di pubblicazione in 38 Paesi, e presto arriverà nelle sale cinematografiche l’omonimo film. Noi siamo tutto è una storia dolce e commovente, un libro destinato a diventare un cult.

  • DATA USCITA: 21 settembre 2017
  • GENERE: Drammatico
  • ANNO: 2017
  • REGIA: Stella Meghie
  • ATTORI: Amandla Stenberg, Nick Robinson, Ana de la Reguera, Anika Noni Rose, Taylor Hickson, Danube Hermosillo, Dan Payne, Sage Brocklebank, Fiona Loewi, Peter Benson, Robert Lawrenson, Francoise Yip

  • SCENEGGIATURA: J. Mills Goodloe
  • FOTOGRAFIA: Igor Jadue-Lillo
  • MONTAGGIO: Nancy Richardson
  • MUSICHE: Ludwig Goransson
  • PRODUZIONE: Alloy Entertainment, Itaca Films, Metro-Goldwyn-Mayer (MGM)
  • DISTRIBUZIONE: Warner Bros.
  • PAESE: USA

Un domani nel titolo (anche se quando fu pubblicato la prima volta, nel 2011, si chiamava E finalmente ti dirò addio), una protagonista bellissima che muore in un incidente stradale, cosa vi ricorda? Resta anche domani, altro libro molto allegro e da cui è stato tratto un film. Poi ancora che mi chiedono perché non voglio prendere la patente.

Cosa faresti se ti rimanesse solo un giorno da vivere? Dove andresti? Chi baceresti? Fin dove ti spingeresti per salvare la tua vita?

Samantha Kingston ha tutto quello che si potrebbe desiderare: un ragazzo che tutte invidiano, tre amiche fantastiche, la popolarità. E venerdì 12 febbraio sarà un altro giorno perfetto nella sua meravigliosa vita. Invece Sam morirà tornando in macchina con le sue amiche da una festa.

La mattina dopo, però, Samantha si risveglia nel suo letto: è di nuovo il 12 febbraio.

Sospesa fra la vita e la morte, continuerà a rivivere quella sua ultima giornata comportandosi ogni volta in modo diverso, cercando disperatamente di evitare l’incidente…

  • DATA USCITA: 19 luglio 2017
  • GENERE: Drammatico
  • ANNO: 2017
  • REGIA: Ry Russo-Young
  • ATTORI: Zoey Deutch, Halston Sage, Logan Miller, Elena Kampourish, Kian Lawley, Medalion Rahimi, Cynthy Wu, Erica Tremblay, Liv Hewson, Diego Boneta, Jennifer Beals, Nicholas Lea

  • SCENEGGIATURA: Maria Maggenti
  • FOTOGRAFIA: Michael Fimognari
  • MONTAGGIO: Joe Landauer
  • MUSICHE: Adam Taylor
  • PRODUZIONE: Awesomeness TV, Jon Shestack Productions
  • DISTRIBUZIONE: Eagle Pictures
  • PAESE: USA
  • DURATA: 98 Min

Harry Potter e la maledizione dell’erede

Ho aspettato fino alla mezzanotte per averlo ed eccolo qui!


Anche voi avete partecipato a una Notte Bianca? Avete già finito di leggerlo? A presto per una recensione 😀 

Shopping letterario #2

Giuro che volevo prenderne solo uno, davvero. Poi non so perché sono diventati due e infine tre. È successo e basta, lo accetto. Mi sacrifico.

Preciso, per quanto possa interessarvi, che “Ascolta il tuo cuore”dovrei averlo letto e rimosso alle elementari e che di “La tela di Carlotta” ho visto il film.

La ragazza delle fragole 

Liberamente ispirato a un episodio poco noto della vita di Edvard Munch, La ragazza delle fragole di Lisa Strømme è un romanzo d’amore, che combina arte, storia e romance sullo sfondo di un clima culturale “fin de siècle” ricostruito con grande fedeltà.

Norvegia, 1893. Nel pittoresco villaggio di Åsgårdstrand, che si affaccia sui fiordi del Mare del Nord, a qualche chilometro da Oslo, molti artisti trascorrono le vacanze estive. A pochi passi dal mare c’è anche la piccola casa di Edvard Munch, il pittore “malato” che la comunità locale guarda con grande sospetto.

Nonostante il divieto di rivolgergli la parola e di contemplare le sue tele, la piccola Johanne non resiste, e ogni volta che viene mandata a raccogliere le fragole da vendere ai turisti, si intrattiene con il giovane artista. È proprio la pittura e il mondo dell’arte ad affascinarla e Munch sembra l’unico ad averlo intuito e a incoraggiarla in quella direzione.

L’estate di libertà di Johanne finisce però quando sua madre la manda a servizio da una delle famiglie più in vista del luogo, per tenere compagnia a Tullik, una ragazza di qualche anno più grande di lei. Ed è così che Johanne sarà testimone di un evento sconcertante: tra Tullik e Munch scoppia una passione febbrile e pericolosa.

Un sentimento tanto impetuoso quanto osteggiato che sconvolgerà la vita delle due ragazze fino a mettere in pericolo le stesse opere del pittore.

Ascolta il mio cuore 

Quando la nuova maestra viene soprannominata Arpia Sferza, e quando ogni giorno a scuola si trasforma in una battaglia, potete ben credere che in 4ª D ne succedano davvero di tutti i colori! Ma non solo di guerra si parla in questo romanzo: ci troverete amori e tradimenti, tartarughe miracolose, scheletri e motociclette, generali austriaci e fantasmi, lettrici di fotoromanzi e pantere di velluto… Un anno scolastico vissuto intensamente, senza sprecare neppure un attimo. Settantatrè capitoli da leggere tutti d’un fiato, oppure da gustare uno per uno come altrettante puntate di un’allegra irriverente telenovela.

La tela di Carlotta

Può un maiale fare amicizia con un ragno? Certo che si, quando il maiale è un cucciolo come Wilbur e il ragno si chiama Carlotta. Il primo, vivacissimo e curioso, è stato adottato dalla piccola Fern, la figlia del fattore, la seconda, saggia e affettuosa, ha un grande talento artistico per la tessitura delle tele. Sarà proprio Carlotta a escogitare un fantasioso piano per salvare la vita dell’amico. E alla fine anche Fern avrà capito molte cose: per esempio che gli animali sono più vicini di noi al senso della vita…

 

Li avete letti? Pareri?

Shopping letterario #1

Salve a tutti, come procede la vostra estate? Io sono al mare e ho già finito il libro di cui vi ho parlato nell’ultimo articolo! Riceverete una recensione del suddetto quando anche  Irene, l’amministratrice de “La mia vita sono i libri“, ne avrà portato a termine la lettura. 

Intanto condividilo con voi la lista di libri assegnati dalla prof d’italiano alla mia classe (sì, sono piccina). 


Manco a farlo apposta ne ho trovato uno che m’interessava, in una bancarella davanti all’albergo. 


L’avete letto? Vi è piaciuto? 

A presto 🙂