Liebster Award 2017 – Il ritorno 

Buongiorno, buon pomeriggio o buonasera. Oggi rispondo con piacere alla nomina di Booklullaby per il Liebster Award, che oltre a essere una soddisfazione personale e un modo per farsi conoscere, serve anche per ficcanasare nella vita altrui  :D . Quindi grazie mille a Lulu!

REGOLE

1. Ringraziare chi ti ha premiato. 

 2. Scrivere qualche riga (max 300 parole) per promuovere un blog interessante che seguite. 

 3. Rispondere alle 11 domande poste dal blog o dai blogger che ti hanno nominato. 

 4. Scrivere a piacere 11 cose di te. 

 5. Premiare a tua volta 11 blog.

 6. Formulare 11 domande per i blogger che si nomineranno. 

 7. Informare i blogger del premio assegnato. 

Promuovi un blog 

Questa regola qui mi è nuova e mi mette un po' in difficoltà, perché non seguo moltissimi blog ma quei pochi li trovo tutti decisamente interessanti. Vorrei promuovete in particolare Donut open this blog, gestito dalla mia coetanea Giulia. Giulia scrive da Dio e ha un sacco di cose da raccontare. Nel suo blog potrete trovare riflessioni, sprazzi di vita vissuta e racconti. Fateci un salto e non ve ne pentirete! 🙂

DOMANDE

  1. Qual è il tuo genere preferito? Proprio l'altra sera pensavo che dovrei chiarire meglio questo punto nella mia pagina di presentezione. Io non ho un vero e proprio genere preferito, ma solitamente leggo classici, gialli, libridrammatici e commedie rosa (ma assolutamente niente Jamie McGuire, Anna Premoli o tutto ciò che esce dalla Newton Compton in generale). 
  2. Come hai iniziato  a leggere? Il primo libro che ho letto è stato Valentina va a scuola, comprato con mio nonno in una libreria davanti all'asilo. Da lì in poi ho continuato, grazie anche alla piccola biblioteca di classe che avevamo a Genova e a quella scolastica qui ad Aosta, i miei genitori mi hanno cresciuta a pane e Geronimo Stilton e voilà.
  3. Ti piace prestare i tuoi libri? Sinceramente sí, anche se sono mesi che una certa persona me ne deve rendete due. Pensa che per il mio compleanno ho pure chiesto un kit da bibliotecario, con foglietti da appiccicare ia libri e dove appuntare a chili  presto, timbro per la data e matita.
  4. Quando leggi? E dove? Nel mio letto, in periodo scolastico di sera e in periodo festivo durante la giornata.
  5. Scegli mai un libro per la copertina? Sì, ma deve ispirarmi anche la trama.
  6. Come esci dal blocco del lettore? Me lo chiedo anche io 😂. Se cado in un blocco di solito è perché le ultime letture si sono rivelate poco interessanti, quindi le opzioni sono tre: o leggo un libro che in quel momento mi ispira particolarmente, oleggo un giallo, o leggo un classico 
  7. Qual è il tuo scrittore/scrittrice preferita/o? Ok, ora ti pentirai di avermelo chiesto perché sto già sclerando 😂 . Io ADORO LETTERALMENTE ALICE BASSO. Innanzitutto perché ha uno stile ironico, fresco, scorrevole e allo stesso tempo ricercato, poi i suoi libri parlano di libri e mescolano elementi gialli con elementi rosa, ha creato tutta une serie di personaggi per cui stravedo, in particolare credo di avere una cotta per Berganza,, e nei suoi romanzi mi ci ritrovo davvero un sacco. Inoltre Alice è una donna dolcissima, disponibilissima, gentilissima, piace tantissimo pure alle persone a cui l'ho presentata, perché sì, l'ho incontrata ben tre volte, sa che esisto, segue persino il blog (qui trovate l'intervista che le ho fatto in occasione dell'uscita del suo ultimo romanzo) e niente, LA ADORO e il mondo dovrebbe essere più pieno di persone come lei.
  8. Quando ci sono sia il film che il libro, leggi prima il libro o guardi prima il film? Leggo prima il libro, anche perch, se si tratta di una nuova uscita, andando al cinema prima di aver letto il libro capirei ben poco, in quanto completamente sorda.
  9. Il libro a cui sei più affezionato/a? Credo Valentina va a scuola, di Angelo Petrosino, e sulla stes onda anche Il mistero del cane, di Mario Lodi.
  10. Un libro che ti ha fatto commuovere? Io prima di te, di Jojo Moyes, e L’ultima canzone, di Nicholas Sparks
  11. Come mai hai aperto il tuo blog? E come ti trovi in questo mondo? Ho aperto il blog dopo aver incontrato Alice Basso per la prima volta. Sentivo il bisogno di sfogarmi e in passato avevo già gestito altri blog, una cosa che mi è sempre piaciuto fare. Quindi ho pensato che poteva essere un'idea scrivere un articolo al riguardo, e quasi subito il tema centrale del blog sono diventati i libri. Personalmente mi trovo bene, ho scoperto persone interessanti, però a dirla tutta ogni tanto mi prende un po' lo sconforto, sai. Vedo blog con una bellissima grafica, 40 like a post, 20 commenti su ciascuno,.. Poi torno qui sopra e mi chiedo "Ma chi me l'ha fatta fare?" Non credo quindi di aver ancora capito cosa voglio da questo blog ma va bene così.

11 cose su di meA parte che vi ho già raccontato talmente tanto su di me da fornirvi il materiale per la stesura di un'eventuale biografia, aggiungo 

  1. Il mese scorso sono stata segnalata al Premio Letterario Internazionale Uniti per Crescere, con una storia abbastanza demenziale che magari più in là vi posterò. Dunque il 7 ottobre vado a Padova per la premiazione e mi consegneranno una pergamena. RAGA STO GIÀ IN ANSIA.
  2. Sono da poco tornata da Rimini e la settimana prossima parto per Roma (negozi di Harry Potter everywhere). Verso fine estate andrò anche in Sicilia.  
  3. Vedo la gente morta. No, scherzo. Camera mia è prevalentemente rosa.
  4. Patisco più il caldo che il freddo. E adesso ci sono 33º
  5. Mi piacciono un sacco i pigiami.
  6. Dormo con due cuscini.
  7. Tra pesca e limone preferisco il limone.
  8. Sono fotofobica (non nel senso che ho la fobia delle foto, ma che patisco la vista della luce solare. Sono un vampiro, insomma).
  9. Il mio cognome si pronuncia Zappìía e non Zàppia
  10. Ho la lacrima facile.
  11. Possiedo una bellissima borsa porta-libro.

A mia volta nomino 

  1. Canti delle Balene
  2. La Cortese Irriverente
  3. La Libreria di J
  4. La siepe di more
  5. Take a book and drink a coffee with me
  6. Gio 
  7. La campana di vetro
  8. Chiedimi cosa ne penso
  9. esetidicessiche (sicuramente non riproporrà il tag ma vorrei comunque segnalarvi il blog 🙂 )
  10. Milioni di Particelle
  11. Books And Tea

E vi chiedo

  1. Cosa non ti piace trovare in un blog?
  2. Che tipologia di articoli preferisci scrivere?
  3. Quanto impieghi in media per leggere un libro?
  4. Che cibo associeresti al tuo libro preferito? 
  5. Il libro più brutto che tu abbia mai letto?
  6. Hai mai incontrato qualche scrittore/scrittrice?
  7. Hai fratelli o sorelle?
  8. Pensi di andare in vacanza o ci sei già andata? Dove?
  9. Pasta con o senza parmigiano? Vi giuro che è una questione di estrema importanza.
  10. Quale insetto ti fa più schifo?
  11. Qual è tuo punto debole?

“Noi siamo tutto” e “Prima di domani”: qualche curiosità 

Il punto è: se hai tantissimi libri in attesa e uno in lettura, a rigor di logica non dovresti affatto comprarne altri. E invece no 😀 . Non potevo proprio perdere quest’occasione, capite? Anche perché hanno insistito così tanto per regalarmeli che mi è parso brutto e scortese rifiutare. Quindi diamo il benvenuto a loro due.

Si tratta di uscite abbastanza recenti e presto saranno entrambi trasposti sul grande schermo. Generalmente non compro libri perché vanno di moda, infatti giuro che li ho scelti solo perché le trame e le recensioni mi ispiravano.

Chiediamoci: perché le traduzioni italiane dei titoli fanno sempre schifo? Perché diamine hanno scelto un titolo così orribile che se non fosse per le recensioni non l’avrei manco cagato di striscio? No eh, anche perché conosco due bellissimi libri ugualmente sfortunati: The perks of being a wallflower e Love letters to the dead. Non vi dicono nulla? Sto parlando di Noi siamo infinito Noi siamo grandi come la vita. Cioè, che schiho.

Madeline Whittier è allergica al mondo. Soffre infatti di una patologia tanto rara quanto nota, che non le permette di entrare in contatto con il mondo esterno. Per questo non esce di casa, non l’ha mai fatto in diciassette anni. Mai un respiro d’aria fresca, né un raggio di sole caldo sul viso. Le uniche persone che può frequentare sono sua madre e la sua infermiera, Carla. Finché, un giorno, un camion di una ditta di traslochi si ferma nella sua via. Madeline è alla finestra quando vede… lui. Il nuovo vicino. Alto, magro e vestito di nero dalla testa ai piedi: maglietta nera, jeans neri, scarpe da ginnastica nere e un berretto nero di maglia che gli nasconde completamente i capelli. Il suo nome è Olly. I loro sguardi si incrociano per un secondo. E anche se nella vita è impossibile prevedere sempre tutto, in quel secondo Madeline prevede che si innamorerà di lui. Anzi, ne è sicura. Come è quasi sicura che sarà un disastro. Perché, per la prima volta, quello che ha non le basta più. E per vivere anche solo un giorno perfetto è pronta a rischiare tutto. Tutto. Bestseller n°1 del New York Times, e tuttora ai vertici delle classifiche negli Stati Uniti a oltre un anno di distanza dall’uscita, lo struggente e romantico romanzo d’esordio di Nicola Yoon è in corso di pubblicazione in 38 Paesi, e presto arriverà nelle sale cinematografiche l’omonimo film. Noi siamo tutto è una storia dolce e commovente, un libro destinato a diventare un cult.

  • DATA USCITA: 21 settembre 2017
  • GENERE: Drammatico
  • ANNO: 2017
  • REGIA: Stella Meghie
  • ATTORI: Amandla Stenberg, Nick Robinson, Ana de la Reguera, Anika Noni Rose, Taylor Hickson, Danube Hermosillo, Dan Payne, Sage Brocklebank, Fiona Loewi, Peter Benson, Robert Lawrenson, Francoise Yip

  • SCENEGGIATURA: J. Mills Goodloe
  • FOTOGRAFIA: Igor Jadue-Lillo
  • MONTAGGIO: Nancy Richardson
  • MUSICHE: Ludwig Goransson
  • PRODUZIONE: Alloy Entertainment, Itaca Films, Metro-Goldwyn-Mayer (MGM)
  • DISTRIBUZIONE: Warner Bros.
  • PAESE: USA

Un domani nel titolo (anche se quando fu pubblicato la prima volta, nel 2011, si chiamava E finalmente ti dirò addio), una protagonista bellissima che muore in un incidente stradale, cosa vi ricorda? Resta anche domani, altro libro molto allegro e da cui è stato tratto un film. Poi ancora che mi chiedono perché non voglio prendere la patente.

Cosa faresti se ti rimanesse solo un giorno da vivere? Dove andresti? Chi baceresti? Fin dove ti spingeresti per salvare la tua vita?

Samantha Kingston ha tutto quello che si potrebbe desiderare: un ragazzo che tutte invidiano, tre amiche fantastiche, la popolarità. E venerdì 12 febbraio sarà un altro giorno perfetto nella sua meravigliosa vita. Invece Sam morirà tornando in macchina con le sue amiche da una festa.

La mattina dopo, però, Samantha si risveglia nel suo letto: è di nuovo il 12 febbraio.

Sospesa fra la vita e la morte, continuerà a rivivere quella sua ultima giornata comportandosi ogni volta in modo diverso, cercando disperatamente di evitare l’incidente…

  • DATA USCITA: 19 luglio 2017
  • GENERE: Drammatico
  • ANNO: 2017
  • REGIA: Ry Russo-Young
  • ATTORI: Zoey Deutch, Halston Sage, Logan Miller, Elena Kampourish, Kian Lawley, Medalion Rahimi, Cynthy Wu, Erica Tremblay, Liv Hewson, Diego Boneta, Jennifer Beals, Nicholas Lea

  • SCENEGGIATURA: Maria Maggenti
  • FOTOGRAFIA: Michael Fimognari
  • MONTAGGIO: Joe Landauer
  • MUSICHE: Adam Taylor
  • PRODUZIONE: Awesomeness TV, Jon Shestack Productions
  • DISTRIBUZIONE: Eagle Pictures
  • PAESE: USA
  • DURATA: 98 Min

8 tesine di maturità ispirate ai libri

Probabilmente sto andando fuori target, però mi sembrava un’idea carina per cambiare un po’ l’aria e sdrammatizzare sul fatto chte mancano solo 64 giorni alla maturità. In alternativa avevo pensato di proporvi un Sottopagina sul Teatro dell’assurdo  dato che sto leggendo La cantatrice chauve, però sinceramente ho ritenuto che potesse essere un po’ una palla. Quindi vi tocca questo, mi dispiace.

8 TESINE DI MATURITÀ ISPIRATE AI LIBRI


Tesina su Ascolta il mio cuore

Trama del libro 

Anno scolastico 1949/1950. Prisca, Elisa e Rosalba sono tre bambine che mal sopportano le ingiustizie e quando la nuova maestra prende di mira le due compagnie Adelaide e Iolanda, perché povere, faranno il possibile per difenderle.

Collegamenti

  • Storia L’Italia del dopoguerra
  • Italiano: L’impostazione ispirata al Cuore di Edmondo de Amicis
  • Pedagogia La visione del bambino

Tesina su Fahrenheit 451


Trama del libro 

Ambientato in un imprecisato futuro posteriore al 1960, vi si descrive una società distopica in cui leggere o possedere libri è considerato un reato, per contrastare il quale è stato istituito un apposito corpo di vigili del fuoco impegnato a bruciare ogni tipo di volume.

Collegamenti 

  • Inglese Il romanzo distopico
  • Storia Il rogo dei libri durante i regimi totalitari
  • Fisica La scala Fahrenheit

Tesina su 1984


Trama del libro 

L’azione si svolge in un futuro prossimo del mondo (l’anno 1984) in cui il potere si concentra in tre immensi superstati: Oceania, Eurasia ed Estasia. Al vertice del potere politico in Oceania c’è il Grande Fratello, onnisciente e infallibile, che nessuno ha visto di persona ma di cui ovunque sono visibili grandi manifesti. Il Ministero della Verità, nel quale lavora il personaggio principale, Smith, ha il compito di censurare libri e giornali non in linea con la politica ufficiale, di alterare la storia e di ridurre le possibilità espressive della lingua. Per quanto sia tenuto sotto controllo da telecamere, Smith comincia a condurre un’esistenza “sovversiva”. Scritto nel 1949, il libro è considerato una delle più lucide rappresentazioni del totalitarismo

Collegamenti 

  • Storia Il Grande Fratello come satira di Stalin / I regimi totalitari e la censura
  • Inglese Il romanzo distopico e George Orwell
  •  Italiano Il neorealismo
  • Filosofia Karl Marx e il materialismo storico

Tesina su Il piccolo principe 

Trama del libro:

È la storia dell’incontro tra un aviatore, costretto da un guasto ad un atterraggio di fortuna nel deserto, e un ragazzino alquanto strano, che gli chiede di disegnargli una pecora. Il bambino viene dallo spazio e ha abbandonato il suo piccolo pianeta perchè si sentiva troppo solo lassù: unica sua compagna era una rosa. Un libro che si rivolge ai ragazzi e “a tutti i grandi che sono stati bambini ma non se lo ricordano più”, come dice lo stesso autore nella dedica del suo libro.

Collegamenti

  • Italiano: Il piccolo principe come il fanciullino di Pascoli e l’aviatore come antifanciullino
  • Latino La volpe e le favole di Fedro
  • Francese L’uomo che beve per dimenticare è il vizio dell’alcol per Zola

Tesina su Notte prima degli esami 

 

Trama del libro 

Notte prima degli esami” è la storia di un gruppo di ragazzi che, nell’estate del 1989, sta per affrontare il più pericoloso e temibile ostacolo che si frappone fra loro e il futuro: l’esame di maturità. È la storia di Luca, Claudia e molti altri, dentro e fuori da questo libro. Per tutti loro vale la massima di Luca: la vita è come il calcio. È come i due gol di Maradona all’Inghilterra ai Mondiali dell’86: puoi scegliere se segnare di mano oppure se prendere la palla a metà campo, dribblare tutta la difesa e segnare una rete da favola. Sullo sfondo, come poster attaccati in una cameretta, ci sono gli anni Ottanta. E chi li ha vissuti si aspetti frequente il solletico alla memoria. Dal libro è stato tratto l’omonimo film diretto Fausto Brizzi.

Collegamenti 

  • Italiano Il Romantiismo / L’influenza del giansenismo in Alessandro Manzoni / Giacomo Leopardi / Giosuè Carducci
  • Storia Il festival di Woodstock
  • Scienze Il buco dell’ozono / La tettonica a placche

Tesina su Il nome della rosa

Trama del libro 

Ultima settimana del novembre 1327. Il novizio Adso da Melk accompagna in un’abbazia dell’alta Italia frate Guglielmo da Baskerville, incaricato dii una sottile e imprecisa missione diplomatica. Ex inquisitore, amico di Guglielmo di Occam e di Marsilio da Padova, frate Guglielmo si trova a dover dipanare una serie di misteriosi delitti (sette in sette giorni, perpetrati nel chiuso della cinta abbaziale) che insanguinano una biblioteca labirintica e inaccessibile. Per risolvere il caso, Guglielmo dovrà decifrare indizi di ogni genere, dal comportamento dei santi a quello degli eretici, dalle scritture negromantiche al linguaggio delle erbe, da manoscritti in lingue ignote alle mosse diplomatiche degli uomini di potere. La soluzione arriverà, forse troppo tardi, in termini di giorni, forse troppo presto, in termini di secoli.

Collegamenti 

  • Storia L’impero di Ludovico  IV
  • Filosofia La Poetica di Aristotele
  • Arte: L’architettura religiosa
  • Inglese The second coming di  William Butler Yeats
  • Religione L’Anticristo

Tesina sulla saga di Harry Potter


Collegamenti 

  • Storia Il totalitarismo di Voldemort e la Seconda Guerra Mondiale
  • Filosofia Giordano Bruno e la magia / Lo specchio delle Ebram e l’inconscio di Freud (valido anche per psicologia)
  • Chimica Analisi di una pozione
  • Scienze Analisi di una creatura magica
  • Fisica Un esperimento che può essere dimostrato attraverso la fisica
  • Arte I quadri parlanti e l’impressionismo
  • Psicologia I Dissennatori e la depressione
  • Latino Il motto di Hogwarts / Le formule magiche
  • Matematica L’aritmanzia / L’importanza del numero 7
  • Educazione fisica Il Quidfitch

Tesina su Il grande Gatsby 

 

Trama del libro 

Ricchissimo, potente, invidiato, Jay Gatsby è il re senza corona di West Egg. Nella sua villa sfarzosa lungo l’Hudson, a Long Island, è lo sfuggente anfitrione di una corte fastosa e stravagante, che nutre di lussuosi ricevimenti. Ma non è felice: dal mistero del suo passato emerge a tratti il ricordo di un grande amore giovanile. Gatsby insegue disperatamente il sogno di ritrovare Daisy, di far rivivere il legame con la donna che lo ha respinto, povero e senza prospettive, per sposare il rampollo di una delle più grandi famiglie americane. Dovrà mettere in gioco tutto il peso del suo fascino e del suo potere, ma servirà solo a dare vita a una dolce follia destinata a finire in tragedia.

Collegamenti  

  • Storia I ruggenti anni ’20 e il proibizionismo
  • Inglese Il sogno americano
  • Geografia La New York degli anni ’20
  • Arte Arte déco

Liebster Award 2017 

Che bello darsi delle arie e fingere di avere un blog seguitissimo, awww, lo adoro! E cosa c’è di meglio di una nomina ai Liebster Award 2017, per farlo? Quindi grazie di cuore a quelle tre simpaticissime balenottere di Canti delle Balene ❤️

Regole

  1. Pubblicare il logo del Liebster Award sul proprio blog;
  2. Ringraziare il blog che ti ha nominato e seguirlo;
  3. Rispondere alle sue 11 domande;
  4. Nominare a tua volta altri 11 blogger con meno di 200 followers;
  5. Formulare altre 11 domande per i blogger nominati;
  6.  Informare i blogger della nomination.

Domande 

  1. Qual è il posto più bello che tu abbia mai visitato? Non viaggio spesso, ma quando capita visito comunque dei posti interessanti. Senza nulla togliere agli altri, così di pancia direi gli studi della Warner Bros a Londra!
  2. Dove ti vedi tra 10 anni? In una pensione per la terza età, mentre sono intenta a disputare appassionati torneoi di ruba-mazzetto.
  3. Che lavoro fai/cosa vorresti fare ‘da grande’? Fino a poco tempo fa ero fermamente convinto di voler diventare sceneggiatrice, perché quando leggo o scrivo riesco a “vedere” le parole/frasi nella mia mente. Tuttavia non mi sento ancora in grado di redigerne una, nonostante abbia ftequentato un corso, e attualmente mi accontenterei di lavorare in qualsiasi ambito letterario. 
  4. Ti piacciono i videogames? Se sì qual è il tuo preferito? Mmm… Per me l’esperienza con i videogames si limita ai prodotti Nintendo 😂. Non saprei davvero cosa rispondere, scusa.
  5. Un libro, un film e/o una canzone legati a un episodio/momento particolare della tua vita. Qua invece ne ho di cose da raccontare! Molti libri li associo alla mia infanzia, per esempio Valentina va a scuola mi ricorda quando nonno veniva a prendermi all’asilo e passavamo davanti alla libreria, Il mistero del cane mi richiama là me bambina che lo leggeva a letto, Il misterioso manoscritto di Nostratopus rievoca le terme di Abano dove me l’hanno regalato. Oppure, più recentemente, Harry Potter e la pietra filosofale mi ricorda quando l’ho letto per la prima volta al supermercato 😂. Con i film il campo si restringe. Mi sento di citare Non ci resta che piangere, August Rush – La musica nel cuore, Due fratelli e Svegliati Ned che associo al cineforum delle medie. Infine, le canzoni di Mina ❤️ mi riportano di nuovo alla mia infanzia. In particolare, non so perché, associo Parole parole  a quando mi sono persa a scuola e Un’estate fa a quando in Valle d’Aosta non ci vivevo ancora. Alla Valle associo inoltre l’edizione del 2005 dello Zecchino d’Oro. Poi ce ne sono altre non di Mina che associo alle elementari, perché le cantavo con i compagni: tutte quelle della Pausini, Anima mia, Su di noi, Vivo per lei, Perdere l’amore, Ti amo, Sarà perché ti amo, Piemontesina bella,… Sì, lo so che non è molto normale 😂 😂 😂. Infine ci sono quelle cantate con mamma e papà: di nuovo Mina ma anche Anna Tatangelo, Gigi d’Allessio, Almeno tu nell’universo, Il vecchio e il bambino, E…,  Vattene amore,… amo davvero la musica, anche adesso che sono sorda 🙂 .
  6. Pratichi/segui qualche sport? Oltre il Quiddith? Nah.
  7. Un pregio e un difetto. Un difetto è che sono un po’ troppo approfittatrice… Un pregio non saprei. Fare ridere le persone con le mie figuracce è un pregio?
  8. Sei superstiziosa/o? Più che altro credo abbastanza fortemente nel karma, poi ho giusto qualche portafortuna e vari minerali da usare in occasioni speciali 😂.
  9. Segui più il cuore o la testa? Vado a periodi, ma generalmente il cuore dato che sono una ragazza moooolto impulsiva.
  10. Ti piacciono i film di animazione? Quale non smetteresti mai di guardare? Mi piacciono ma non in modo così sfegatato del genere “oddio, è uscito un nuovo film Disney, devo assolutamente andare a vederlo”, anche perché sinceramente a 20 anni mi sentirei un po’ a disagio (devo smettere di fare la donna vissuta). Sono particolarmente affezionata alla saga de L’era glaciale, Koda –  Fratello orso, Spirit –  Cavallo selvaggio, Alla ricerca di Nemo, Chicken Little – Amici per le penne e Gli incredibili. Tra le uscite più recenti mi sono piaciuti un sacco Rapunzel – L’intreccio della torre, Big Hero 6  e la serie di Cattivissimo me (e fottesega se ho 20 anni, il terzo devo assolutamente vederlo!).
  11. Quanta cura metti nel scegliere cosa indossare nel quotidiano? E per cosa opti di solito? Dipende dall’occasione che lo richiede, ma generalmente sono sempre abbastanza ben abbigliata e spesso me lo fanno notare 😂. Non indosso neanche chissà cosa, dì solito solo maglia e fuseaux/jeans, però molta attenzione è rivolta all’accostamento dei colori.

Fine! Nomino a mia volta

  1. erigibbi
  2. Felice con un libro
  3. Il Salotto Irriverente
  4. Milioni di particelle

E basta 🙂 .

Cosa vi chiedo:

  1. Quest’anno riceverai l’uovo di Pasqua o pensi di essere troppo  grande (manco dovessi entrarci dentro)? Che genere di uova pasquali prediligi? 
  2. Hai un animale domestico?
  3. Da che supporto gestisci e aggiorni il tuo blog (telefono, computer, tablet,…)?
  4. Come festeggi solitamente il tuo compleanno? Quand’è?
  5. Il tuo mezzo di trasporto preferito?
  6. Se potessi tornare indietro nel tempo e rivivere un pezzo della tua vita, quale sceglieresti? 
  7. Qual è il colore predominate in camera tua?
  8. Descrivi una tua giornata tipo
  9. Sei pro o contro il timbrare i libri per sancirne la proprietà?
  10. Cosa fai per ritrovare la concentrazione?
  11. Quale lavoro non vorresti mai fare?

Ci si legge in giro!

Speciale San Valentino – 6 storie d’amore da leggere assolutamente 

Pensavate mi fossi dimenticata che giorno è oggi? Che vi avessi preparato solo un banale Teaser Tuesday perché “il martedì devo pubblicare qualcosa”? Grandiiiiiii, è cosi! Po però mi sono detta che avrei potuto fare qualcosa di più figo, per rompere la monotonia, quindi ho deciso di procrastinare lo studio e impiegare il mio tempo per redigere un articooo last-minute. Spero vi piaccia 🙂

P. S. Mi sarebbe piaciuto inserire anche “Orgoglio e pregiudizio”, ma confesso di non averlo ancora letto tutto.


Speciale San Valentino- 6 storie d’amore da leggere assolutamente 

1. Io prima d te  

Trama: A ventisei anni, Louisa Clark sa tante cose. Sa esattamente quanti passi ci sono tra la fermata dell’autobus e casa sua. Sa che le piace fare la cameriera in un locale senza troppe pretese nella piccola località turistica dove è nata e da cui non si è mai mossa, e probabilmente, nel profondo del suo cuore, sa anche di non essere davvero innamorata di Patrick, il ragazzo con cui è fidanzata da quasi sette anni. Quello che invece ignora è che sta per perdere il lavoro e che, per la prima volta, tutte le sue certezze saranno messe in discussione. A trentacinque anni, Will Traynor sa che il terribile incidente di cui è rimasto vittima gli ha tolto la voglia di vivere. Sa che niente può più essere come prima, e sa esattamente come porre fine a questa sofferenza. Quello che invece ignora è che Lou sta per irrompere prepotentemente nella sua vita portando con sé un’esplosione di giovinezza, stravaganza e abiti variopinti. E nessuno dei due sa che sta per cambiare l’altro per sempre. “Io prima di te” è la storia di un incontro. L’incontro fra una ragazza che ha scelto di vivere in un mondo piccolo, sicuro, senza sorprese e senza rischi, e un uomo che ha conosciuto il successo, la ricchezza e la felicità, e all’improvviso li ha visti dissolversi, ritrovandosi inchiodato su una sedia a rotelle. Due persone profondamente diverse, che imparano a conoscersi senza però rinunciare a se stesse, insegnando l’una all’altra a mettersi in gioco.

Da leggere perché: amare significa desiderare la felicità dell’altro, e questo libro ci mostra come per esso possiamo accettare realtà scomode.

2. Colpa delle stelle

Trama: Hazel ha sedici anni, ma ha già alle spalle un vero miracolo: grazie a un farmaco sperimentale, la malattia che anni prima le hanno diagnosticato è ora in regressione. Ha però anche imparato che i miracoli si pagano: mentre lei rimbalzava tra corse in ospedale e lunghe degenze, il mondo correva veloce, lasciandola indietro, sola e fuori sincrono rispetto alle sue coetanee, con una vita in frantumi in cui i pezzi non si incastrano più. Un giorno però il destino le fa incontrare Augustus, affascinante compagno di sventure che la travolge con la sua fame di vita, di passioni, di risate, e le dimostra che il mondo non si è fermato, insieme possono riacciuffarlo. Ma come un peccato originale, come una colpa scritta nelle stelle avverse sotto cui Hazel e Augustus sono nati, il tempo che hanno a disposizione è un miracolo, e in quanto tale andrà pagato.

Da leggere perché: mostra come l’amore può trasformarsi in forza per combattere le avversità

3. Aristotele e Dante scoprono i segreti dell’universo 

Trama: Dall’estate del 1987, nella città di El Paso, in Texas, seguiremo la più sensazionale delle scoperte umane: la crescita. Dal microcosmo della famiglia – con le sue regole, i suoi silenzi e le sue rigidità – al ring della scuola, fino allo sconfinato orizzonte della “vita di fuori”, quella che attende tutti tra aspettative e paure. Aristotele e Dante scopriranno i segreti dell’universo dentro se stessi, e finalmente accetteranno di amarsi.

Da leggere perché: esistono tante forme d’amore e sono tutte ugualmente meravigliosoe, come questo libro.

4. Fangirl 

Trama: Approdata all’università, dove la sua gemella Wren vuole solo divertirsi tra party, alcool e ragazzi, la timidissima Cath si trova sola per la prima volta e si rinchiude nella sua stanza a scrivere la fanfiction di cui migliaia di fan attendono il seguito. Ma una compagna di stanza scontrosa con il suo ragazzo carino che le sta sempre intorno, una professoressa di scrittura creativa che pensa che le fanfiction siano solo un plagio, e un affascinante aspirante scrittore che vuole lavorare con lei, obbligheranno Cath ad affrontare la sua nuova vita…

Da leggere perché: l’amore è più vicino di quanto crediamo, o almeno questo è il messaggio che ci hanno sempre inculcato. Ecco un libro non da meno! Poi ci sono io, single da 10 anni (e ne ho quasi 20), ma vabbè, questa è un’altra storia.

5. Jane Eyre

Trama: Jane Eyre è un’orfana costretta a crescere nella casa della ricca Zia Reed, continuamente umiliata e sottomessa dalla parente e dai cugini. Le cose sembrano migliorare quando viene mandata alla scuola di Lowood e successivamente diventa governante presso Thornfield Hall, ma un’inquietante segreto si aggira di notte tra le mura della villa…

Da leggere perché: i classici hanno il fascino di raccontarci una visione dell’amore più remota, e “Jane Eyre” ci insegna come il primo passo per essere amati sia amare noi stessi.

6. Sai tenere un segreto? 

Trama: Emma Corrigan è una ragazza normale, lavora in una multinazionale ed ha un fidanzato simpatico. E come tutte le ragazze normali coltiva i suoi sogni, i suoi segreti e le sue paure. E proprio cercando di fronteggiare una delle sue più grandi paure, quella di volare, si trova a raccontare tutti i suoi più intimi segreti al suo compagno di viaggio, un simpatico americano. Che altri non è che…

Da leggere perché: può un amore essere tale nonostante la presenza di  segreti non rivelati? Sotto una commedia frizzante e incalzante, il racconto di ciò che in una coppia non dovrebbe mai mancare: la verità.

Bottino natalizio 

Buon Natale, cari lettori! Come lo state passando? Avete ricevuto dei bei regali? Questo è il mio “piccolo” bottino libroso:


Ne avete letto qualcuno? Se sì, vi è piaciuto? Ne avete ricevuti altri? Aspetto i vostri commenti 😀

Liebster Award 2016, ovvero perché mi sto montando la testa 

Confesso di essere stata totalmente ignorante in materia prima della ricezione di un’email da Canti delle Balene, nella quale mi informavano di avermi nominata. Inutile dire di essse stata immensamente felice, cioè, vi rendete conto? Liebster Award, mica pizza e fichi! 😀 Ho iniziato a spaventarmi quando mi sono accorta di essere stata nominata anche da Milioni di Particelle (che tra l’altro mi ha nominata in due diverse versioni) e OMIODDIO MI HA NOMINATA ANCHE leggererecensire. Ecco, questa è in breve la spiegazione del mio attuale stato e della musichetta di 20th Century Fox che si sta dipanando sui vostri schermi.

EDIT: Ah, mi ha nominata pure erigibbi

Il mio stato attuale

Quindi, per chi come me in ‘ste cose non si raccapezza molto, il Liebster Award è un riconoscimento che viene assegnato ai blog con meno di 200 followers. Grazie mille a voi tre– a voi quattro-che mi avete pensata! 
Ecco le regole: 

  • Ringraziare per la nomination.
  • Rispondere alle 11 domande poste dal blogger che ti ha nominato.
  • Nominare a tua volta per il Liebster Award 11 bloggers con meno di 200 followers.
  • Scrivere 11 domande per i bloggers che hai nominato.
  • Inserire il banner del premio.
  • Avvisare ciascuno delle nominations ricevute.

Domande di Nessie, Giordka e Lilli-J (Il Canto delle Balene)

  1. Qual è il periodo storico in cui vorresti essere nato/a? Se c’è una cosa che proprio mi piacerebbe fare con una macchina del tempo, sarebbe poter anticipare un po’ la mia nascita. Non si tratta molto di un periodo storico, più che altro avrei volentieri vissuto negli anni  ’70/’80 del novecento, quando c’era la buona musica, i bei film, e via dicendo. Non che adesso faccia tutto schifo, ma in quegli anni c’è stata proprio “la storia” dell’Italia come piace a me.
  2. Come dovrebbe essere, secondo te, l’appuntamento ideale? Dovrebbe essere voluto da entrambe le parti, poi tutto il resto riguarda dettagli. Ci sono persone che renderebbero entusiasmante anche andare in una discarica e altre con cui non condivideresti nemmeno un viaggio gratuito alla Warner Bros, per dire. 
  3. Qual è il medico da cui non ti piace proprio andare? Mi schifano un po’ tutti i medici, sopratutto gli anestesisti. Però dall’anestesista non ci vai così per un controllo e quindi dico “dentista”, che fa ugualmente schifo.  
  4. Qual è il sogno più strano che tu abbia mai fatto? È una domanda troppo imbarazzante e mi avvalgo della facoltà di non rispondere.
  5. Di cosa hai davvero paura? Dei ragni, strozzerei quelle persone che me li fanno trovare nella homepage di Facebook. 
  6. In cosa, se fosse possibile, ti vorresti reincarnare? Mmm. Boh, ma una cosa la so: sicuramente non rifarei il liceo delle scienze umane.
  7. Se non ti chiamassi con il tuo vero nome, quale nome sceglieresti per te stessa? Il mio mi piace, ma se dovessi scegliere allora non disdegnerei “Alice”. Come la Basso, tanto per cambiare.
  8. Quali sono i vestiti più imbarazzanti che hai sfoggiato? Io mi vesto sempre bene, guarda, possono confermartelo in molti. Anche i miei pigiami sono fighi.
  9. Qual è un personaggio famoso di cui sei segretamente innamorato/a? L‘ innamoramento per i VIP è una fase che ho superato LOL. Però mi piacciono Alan Rickman e Paolo Conticini, che è oggettivamente bono.
  10. Qual è la canzone che ascolti per ritrovare l’allegria? Hay un cuento – Floricienta y su banda
  11. Come è stata la prima volta che ti hanno commentato un articolo? Sono un’ingrata, ma sinceramente non ricordo la prima volta che me ne hanno commentato uno. Sicuramente mi sarò sentita realizzata, come succede anche adesso dopo 6 mesi. 


Domande di Sara (Milioni di Particelle)

  1. Un libro che avete letto ed è stato “incompreso”/senza senso e perché  Un libro di molto successo ma che io non sono mai riuscita a comprendere è “Il sogno di Pandora“, di Sara Boero. Parla di una ragazza che dedica l’anima a scrivere una storia, solo che la protagonista del racconto è la ragazza stessa e alla fine le ldue realtà si  sovrappongono.. Boh, non ci ho capito molto e a rileggerlo provo solo una grande ansia.
  2. Un personaggio letterario che avete odiato e uno che avete amato? Parto subito dicendo che è cosa risaputa (oltre che buona e giusta) quanto io adori il personaggio potteriano del professor Severus Snape. Uno che invece ho odiato fino al collo è, cosa altrettanto risaputa, l’ Andrea Sperelli di D’Annunzio. Renditi conto che lo sa anche la mia prof di italiano e all’interrogazione mi ha fatto incepppare con una domanda sulla figura dell’esteta. Prof, se mi sta leggendo sappia che la prossima volta mi farò più furba! 😀
  3. Caffè o tè ad accompagnare un libro? Sono più per una tisana, ma anche un tè può starci. 
  4. In genere scoprite un libro tramite il film o preferite leggere il libro e poi vederne il film? Di solito scopro prima il libro piuttosto che il film (Colpa delle stelle, Io prima di te, La cena di Natale,..), ma talvolta capita l’incontrario 
  5. Un oggetto a cui tenete particolarmente? (Specifico: ovviamente so che preferite persone agli oggetti, ma ci sarà pure qualcosa di materiale a cui tenete davvero tanto, no? Un ricordo, un regalo, un qualcosa che vi ricorda qualcuno, non so.) Credo sia un pesce che canta e  balla, LOL.
  6. Il romanzo ideale, che personaggio principale dovrebbe avere secondo voi?Mmm… Deve essere un personaggio normale, imperfetto  e in cui si ci possa facilmente immedesimare.
  7. In genere ascoltate musica con un buon libro o deve esserci silenzio? Più ch la musica, a disturbami mentre leggo è la presenza fisica di persone.
  8. Mare o montagna? Aereo o Treno? Perchè? Tra mare e montagna non so scegliere: il mare è sicuramente più rilassante ma entrambi offrono bei paesaggi. Mi piace particolarmente prendere il treno perché lo trovo più comodo per eventuali attività, mi piace guardare fuori mentre tuto scorre ma anche le persone alla stazione prima di salire, e poi vuoi mettercene a stare con i piedi per terra? Ecco.
  9. Un libro che tutti dovrebbero leggere.Mah, chissà. Titolo a caso: Io prima di te.
  10. Un libro da cui non potreste mai separarvi Non me ne vengono in mente, sarà che quando mi piace particolarmente un libro lo presto a chiunque. 
  11. Un libro che tutti dovrebbero leggere Ops, ti sei ripetuta! Allora me ne approfitto e nomino anche “Melody“, di Sharon M. Drooprr.


Domande di erigibbi (erigibbi) e di Tanya (leggererecensire)

  1. Quale libro proprio non siete riusciti a finire? Il primo che mi viene in mente è “Le père Goriot“, di Balzac. Mi sa che io e i romanzi in francese non siamo fatti per stare insieme.
  2. Avete una specie di rituale prima di iniziare a leggere o mentre leggete? Un vero e proprio rituale mo, ma prima di leggere devo assolutamente aver fatto tutto quello che potrebbe interrompere successivamente la lettura. 
  3. Se doveste scegliere una meta in cui vi vedete leggere, quale sarebbe? (Sia come luogo in un posto preciso sia come zona geografica) Mah, non ne ho proprio idea, guarda. 
  4. Quando avete capito di amare la lettura? Probabilmente  quando mi hanno regalato “il misterioso manoscritto di Nostratopus“.
  5. Quando dovete far spazio in casa (per traslochi o semplicemente per mancanza di posto) dove mettete i libri che decidete di “non avere più”. O li metto nella libreria in sala, o in eventuali scatole o li porto nella casa in montagna.
  6. Sempre in caso di mancanza di spazio, come decidete quali sono i libri da tenere obbligatoriamente e quali no? Tengo con me i libri che rileggo spesso, i miei preferiti, le saghe e quelli che “prima o poi lo leggo”.
  7. Quale libro che avete letto ha la copertina più brutta per voi? Non l’ho ancora ma l’ho chiesto per Natale.
    Una copertina inguaribile altresì nota come “chi l’ha fatta non ha capito una mazza”
  8. Annusate mai le pagine dei libri? E come vi fanno sentire? Yes, mi piace. Mi fa sentire scema LOL.
  9. Se state leggendo un libro molto grande, diciamo sulle 1000 pagine o più, lo portate in borsa o lo lasciate a casa? A casa. 
  10. Vi capita mai durante la giornata, di “parlare” con i personaggi del libro che state leggendo in quel periodo, anche se in quel preciso momento non state leggendo? No, magari mi chiedo cosa penserebbero in una determinata situazione e come agirebbero, ma niente di più.
  11. Avete provato a leggere ogni genere di libro oppure quando avete iniziato a leggere vi siete fermati a quello che vi piaceva di più? (Io ci provo ma torno sempre sui fantasy) Ultimamente sto leggendo un sacco di generi diversi: gialli, classici, libri per ragazzi, … Un solo genere dopo un po’ mi stufa.



A mia volta nomino 

  1. La libreria dietro alla stazione
  2. La stanza di Puffa Calderone
  3. La lettura del distratto 
  4. Il Salotto Irriverente 
  5. Silenzio, sto leggendo 
  6. J’ suis Japi
  7. Leggendo a Bari
  8. Bookish girl Kingdom
  9. Books And Tea
  10. Tutta colpa dei libri
  11. erigibbi 

E vi chiedo

  1. Perché hai deciso di creare il tuo blog?
  2. Da cosa deriva il nome del tuo blog?
  3. Hai già deciso cosa farai a Capodanno?
  4. Cosa vorresti trovare “sotto l’albero di Natale?
  5. Quale libro è il tuo mantra?
  6. Di quale film sai tutte le battute a memoria? 
  7. La scelta più difficile che hai mai dovuto prendere?
  8. Cosa cambieresti di te?
  9. Quale celebrità/personaggio pubblico vorresti chiamare al telefono giorno e notte? 
  10. L’ultimo obbiettivo che hai conseguito?
  11. Un sogno da realizzare?

————–

     Grazie a Milioni di Particelle  per avermi nominata anche in questa versione. 

    Regole 

    • Ringrazia chi ti ha nominato.
    • Elenca 11 curiosità che ti riguardano.
    • Inserisci il banner.
    • Nomina altri 5 blog con meno di 200 followers e avvisali della nomina.

    Devo stare molto attenta a quello che dirò perché troppe persone di mia conoscenza seguono questo blog, dunque le 11 curiosità che seguono non saranno niente di tropo eclatante.

    1. Il mio colore preferito è l’azzurro 
    2. Ho un cane, un gatto e una tartaruga d’acqua (un topo no, e neanche un tipo)
      Spank prima di arruolarsi per la spedizione dei Mille
      Red mentre fa ginnastica artistica
      Tarta/Hermione/Dinosaura
    3. L’anno scorso sono andata alla Warner Bros’s Studios
    4. Ho incontrato Alan Rickman al Giffoni e ho pure il suo autografo 
    5. Sono così figa che ho incontrato anche il Papa e mi ha benedetta 
    6. E per non togliermi niente ho parlato anche con Florencia Bertotti
    7. Poi oh, lo sanno tutti che quando posso stalkero Alice Basso
    8. Il mio cibo preferito sono gli gnocchetti sardi ma ho anche una dipendenza dal formaggio, in particolare da quello a fette (se siete in albergo e vedete una ragazza bassa che carica il piatto di formaggio a fette, c’è il 99% di possibilità che mi stiate osservando)
    9. Colleziono cartoline, penne di un determinato tipo ed eventualmente anche pins 
      Le penne di un determinato tipo
    10. Guardo serie TV prevalentemente italiane
    11. Mi piace il pop latino 

    A mia volta nomino 

    1. La libreria dietro alla stazione 
    2. The True Reader
    3. La stanza di Puffa Calderone
    4. Il Salotto Irriverente
    5. Books And Tea

      Harry Potter e la maledizione dell’erede

      Ho aspettato fino alla mezzanotte per averlo ed eccolo qui!


      Anche voi avete partecipato a una Notte Bianca? Avete già finito di leggerlo? A presto per una recensione 😀