Comunicazione di servizio: domani non verrà pubblicato nessun articolo sul blog causa mancanza di materiale pronto. La situazione potrebbe ripetersi da oggi fino ai primi di luglio.E niente, pregate per me! 😂 

Buon compleanno, blog!

Ho gestito tanti blog. Ho abbandonato tanti blog che ho gestito. Cos’avrà questo di diverso? Niente, probabilmente finirà nel dimenticatoio insieme agli altri. Però intanto avevo voglia di crearlo. Quindi eccoci qui, questa volta a parlare di libri.

Con queste parole, esattamente un anno fa, è iniziata la mia avventura come bookblogger. Stranamente non ho ancora abbandonato la barca, anche se sta navigando più lentamente rispetto ai primi mesi di vita, eppur si muove. Che dire, ho riscoperto il piacere di gestire un piccolo spazio tutto mio e ho trovato tanti blog interessanti, inoltre scrivere recensioni mi ha spronata a leggere in modo costante e ad argomentare le mie opinioni (anche se i prof mi definiscono ancora troppo sintetica), senza dimenticare che adesso detengo tra i miei contatti la fama di recensitrice 😂 .
Non ho comunque sbarcato il lunario, non sono diventata ricca come Salvatore Aranzulla, la gente non mi chiede autografi quando cammino per strada, ma vabbè, possiamo ancora lavorarci sopra.

Grazie infine a chi mi segue e mi legge più o meno silenziosamente, senza di voi dubito che sarei ancora qui sopra.

Quindi

BUON COMPLEANNO, BLOG!

Informazioni di servizio e Netflix Book Tag 

Cari lettori, prima di rispondere al Book Tag per cui sono gentilmente stata nominata da Mimi, ci tenevo a darvi alcune informazioni riguardo l’aggiornamento del blog. Generalmente ho sempre preparato gli articoli con varie giornate d’anticipo, tuttavia in questo periodo il tempo per elaborarne di nuovi si sta restringendo molto. Come infatti alcuni di voi sapranno, attualmente posso dichiararmi una maturanda e ho scoperto che non è figo come sembra, sopratutto se oltre allo studio devi gestire un blog per cui ti sei imposta di pubblicare due articoli alla settimana. In questo momento dovrei per esempio studiare latino… Quindi, anche per evitare di iniziare a considerare il  blog come un obbligo, ho deciso che a partire da oggi pubblicherò solo un articolo a settimana, di martedì.

Dopo la maturità, quest’estate, andrò invece in vacanza e quindi mi mancherà anche lì il tempo per stilare articoli approfonditi. Molto probabilmente pubblicherò quindi solo recensioni e non in giorn prestabiliti.

Fa un po’ schifo come cosa perché l’ultima delle miei intenzioni è abbandonare il blog, però farebbe schifo anche uscire con un voto basso all’esame perché non ho studiato 😂.

A proposito di basso: ci si legge sicuramente giovedì 18 maggio quando pubblicherò l’intervista concessami da Alice Basso in occasione dell’uscita di “Non ditelo allo scrittore”! 🙂

Bando alle ciance.

Netflix — Book Tag 

Visto di recente: L’ultimo libro che hai finito di leggere

 Qui la mia recensione

Scelte top: Libro\Libri che ti sono stati raccomandati basandoti su tue letture precedenti.

Nessuno mi raccomando libri, di solito, quindi per rispondere mi sono basata sui suggerimenti da Goodreads.

Aggiunto di recente: L’ultimo libro che hai comprato.

Avevo un buono da spendere e quindi ne ho comprati tre in una volta sola 😂. Pareri?

Popolare su Netflix: Libri che conoscono tutti -uno che hai letto e uno che non hai interesse a leggere.

Da me letto:


Da me non letto (né ora né mai)


Commedie: Un libro divertente.

Drammi: Un personaggio che è re\regina del dramma. 
Così su due piedi direi Viktoria Jones.

Animazione: Un libro con dei cartoni sulla copertina.

Zero idee, ripiego su questo.

Guardarlo di nuovo: Un libro o una serie di libri che vuoi rileggere.

Mmm… Per ora niente, in futuro magari questo. Ansia solo dalla copertina, proprio perché sono masochista.

Documentari: Un saggio che raccomanderesti a chiunque 

V

Azione e avventura: Un libro pieno d’azione.

Nuove uscite: Un libro uscito da poco o che sta per uscire e che tu non vedi l’ora di leggere.

Avevate dubbi????? 😂

Gaia 2.0 – 20 curiosità sulla sottoscritta di cui non ve ne potrà fregar di meno, ma che accetterete diligentemente perché oggi è il mio compleanno 

AVVISO: dato lo speciale di oggi, domani non verrà pubblicato nessun articolo. Lo stesso vale per martedì 21 marzo e venerdì 24 marzo, causa gita a Monaco di Baviera! Quindi questo sarà l’ultimo articolo per un po’!


Popolo! Se il titolo non è stato abbastanza esaustivo, beh… problemi vostri. Insomma, oggi compio 20 anni, yeaaaaaaah che figo. Mica potevo lasciarvi senza uno speciale, proprio no. Visto che in molti mi avete proposto varie possibilità sul suo contenuto (ovviamente si scherza), alla fine è prevalsa la scelta iniziale: 20 curiosità su di me (che imbarazzo),  un po’ più personali di quelle elencate nel Liebster Award 2016 ðŸ™‚

  1. Sono completamente sorda. Di solito lo ammetto senza problemi e difficilmente non lo si nota. Ci ho messo un po’ per confessarlo anche qui, più che altro perché non ne vedevo il bisogno e ho preferito mascherare la cosa spacciandomi per una blogger “normale”.  Dopo il mio comune-out, come minimo pretende di ricevere cento visualizzazioni giornaliere 😂.
  2. Nonostante la sordità, so suonare alcune canzoni al pianoforte e ho due tamburi. Da qualche parte ho anche una chitarra, che però non so suonare.
  3. Attualmente abito ad Aosta, ma fino a nove anni ho vissuto a Genova. Credetemi, Heidi aveva una percezione piuttosto distorta della montagna.
  4. Nonostante i 20 anni freschi freschi, frequento ancora il liceo. Per ragioni personali mi sono infatti fatta bocciare spontaneamente tempo addietro. Ogni tanto mi chiedo come sarebbero andate le cose se non avessi preso tale scelta e, malinconia a parte, riconosco che tante persone oggi per me importanti non le avrei mai conosciute se non mi fossi fatta rimandare. Tra tre mesi, 97 giorni e un paio d’ore affronterò quindi il famigerato esame di maturità e ho deciso di portare come tesina un’analisi psicologica di Severus Piton. Dopo mi iscriverò alla facoltà di Lettere moderne presso l’Università di Genova.
  5. Il mio ultimo fidanzato risale alla 4ª elementare. ‘sta lista sta diventando sempre più sfottente…
  6.  Nel 2015 mi sono clssificaa terza nella sezione adulti del concorso letterario “L’écrivain de la Tour”. Ho partecipato con una storia abbastanza strana e infarcita di riferimenti filosofici. Solo dopo la consegna mi sono accorta che era infarcita anche di errori di battitura.
  7. Sempre rimanendo in tema di scrittura, ho un account su EFP che non aggiorno da tempo. Se prima mi dilettavo prevalentemente su fanfiction, ultimamente punto esclusivamente sulla stesura di racconti originali (non nel senso che scrivo cose originali, ma intendo che si tratta di prodottoi interamente miei). Poi ripeto, non pubblico niente da una vita.
  8. Guardo pochissima TV. A parte qualche occasionale film sottotitolato, gli unici programmi che seguo regolarmente sono “Per un pugno di libri” su Rai3 e “Pechino Express” su Rai 2. Sul fronte della serie, le mie preferite sono “Braccialetti Rossi”  “Provaci ancora prof”, “Fuoriclasse” e “My mad fat diary”.
  9. I miei film preferiti sono davvero tantissimi. Occupano però un posto speciale “Notte prima degli esami”, “Non ci resta che piangere” e “Mrs. Doubtfire”. Li conosco davvero a memoria.
  10. Ho esaurito le novità più succulente, quindi iniziamo con una lunga elencazione di fatti banali. Per esempio, il mio colore preferito è l’azzurro.
  11. Ho due mobili pieni zeppi di gadget potteriani.
  12. La mia pizza preferita è ai würstel e senza formaggio.
  13. Nell’estate del 2015 sono andata a Londra e ho visitato anche gli studi della Warner Bros! ❤️
  14. Mi piacciono un sacco le macchine da scrivere. Da piccola ne avevo una della Barbie, mentre una macchina da scrivere vera e propria la possiede invece mia nonna. Non funziona e dubito che se anche fosse la userei, data l’impossibilità di correggere eventuali errori di battitura, però mi alletta un casino.
  15. Il mio animale preferito è il gufocapeggiante in ogni angola dla mia camera. A volte ciò assume sfaccettature vagamente inquietanti.
  16. Non amo viaggiare, ma il mio mezzo di trasporto preferito è il treno. Lo trovo molto rilassante e mi piace guardare fuori dal finestrino fingendo di essere sull’Hogwarts Express 😂.
  17. Il primo attore per cui ho preso una cotta è stato Leonardo Pieraccioni. L’ho conosciuto con il film “Ti amo in tutte le lingue del mondo”, che tra l’altro per un certo periodo mi ha fatto pensare di voler diventare veterinaria. Poi Pieraccioni è simpaticissimo, non potete negarlo!
  18. Dormo con due cuscini e quaranta minuti li passo a trovare una posizione comoda…
  19. Ok, questa è molto imbarazzante: ho un baule con diverse pietre portafortuna. Chi avrà visto la serie TV “Flor” capirà.
  20. Sono estremamente aracnofobica. Mi manca l’aria anche solo a vedere immagini di ragni sui libri o sullo schermo. Roba che neanche Ron o Annabeth.

Wow, ce l’ho fatta davvero! 😂 Bene, adesso se vorrete ricattarmi avete un sacco di materiale. Ci si rilegge martedì 28 marzo 🙂 .

Letture mensili #dicembre2016 + alcune considerazioni sul mio primo semestre qui sopra

Anche il 2016 ormai se n’è andato, portandosi via tante grandi persone che hanno fatto la storia. Mi sembra ieri quando ho saputo di Alan… Ma preferisco non pensarci.

In questo articolo, quindi, oltre che il solito riassunto delle letture mensili  volevo proporvi qualche statistica, qualche classifica e qualche riflessione su questi sei mesi da bookblogger (se così posso definirmi).

Partiamo dalle letture mensili. 

Classifica

5. 

Recensione

4. 

Recensione

3. .

Recensione 

2. .

Recensione

1. 

Recensione

Quand’ho deciso di creare questo blog, la prima scelta che mi è toccata è stata Quale piattaforma usare? Nel mio passato oscuro figurano tanti blog, alcuni su Libero, altri su Blogger, il più recente su WordPress. Ho nuovamente optato per quest’ultimo vista la maggiore quantità di pubblico che potesse offrirmi, lo confesso. Posso ritenermi soddisfatta in quanto, nel momento in cui sto pubblicando questo articolo, ho raggiunto

  • 30 follower WordPress + 7 seguaci via mail per un totale di 37 lettori fissi
  • 2.195 visite
  • 1.189 visitatori
  • 127 like
  • 79 commenti

Inspiegabilmente, ho scritto ben 83 articoli (questo compreso) di cui 48 sono recensioni (e 22 sono recensioni di classici). Quindi, in sei mesi ho letto 48 libri!

  1. L’articolo più letto è la recensione de La tela di Carlotta
  2. L’articolo più commentato è A book for Christmas – Vinci l’ imprevedibile piano della scrittrice senza nome 
  3. La categoria più visitata è Recensioni 
  4. Il tag più popolare è Colpa delle stelle
  5. L’articolo che più mi sono divertita a scrivere e che spammo ovunque e a chiunque è la recensione de Il piacere 
  6. Gli articoli che mi fanno più schifo e che quindi non vi linko sono le recensioni di Jane Eyre e Melody. Cioè, più un libro mi piace e più la recensione fa schifo, più il libro fa schifo e più la recensione mi piace. Mi sembra perfettamente giusto.
  7. Il mese con il minor numero di visite, 126, è maggio, quello di nascita. Le cifre sono aumentate man mano ogni mese, tuttavia c’è stato un calo tra settembre e ottobre. Da novembre in poi le cifre hanno ripreso a innalzarsi e attualmente detiene il primato dicembre, con 650 visite in questo istante.

Da dove sono arrivate tutte queste visite?

  • Italia
  • Stati Uniti
  • Svizzera
  • Francia
  • Croazia
  • Germania
  • Spagna
  • Regno Unito
  • Bosnia ed Erzegovina
  • Irlanda
  • Albania
  • Paesi Bassi
  • San Martino
  • Svezia
  • Brasile
  • Unione Europea
  • Norvegia
  • Città del Vaticano
  • Marocco
  • Bulgaria
  • RAS di Hong Kong

principali termini di ricerca con cui qualche straniero è approdato qui sono

  • la tela di carlotta libro
  • ultime pagine di twilight
  • insegnamenti da trarre dalla lettura
  • hollow city estratto poteri jacob
  • recensione la collega tatuata
  • ascolta il mio cuore il personaggio di prisca
  • recensione i malavoglia
  • booktag
  • in ogni luccicante momento di felicità è nascosta questa goccia di veleno
  • libro l’ultima pagina del libro
  • perché leggere la tela di carlotta?
  • il signore delle mosche il suo incantesimo d’indirizzo non poteva dargli
  • cime tempestose harry potter

E io mi chiedo: perché siete fissati con La tela di Carlotta?

Ringrazio inoltre Il Salotto Irriverente per avermi nominata alle #Olibriadi!


Regolamento 

  • Inserite i creatori del tag Il Salotto Irriverente e D.A.vi.de Digital Art
  • Ringraziate il blog\persona che vi ha taggato
  • Inserite il banner del tag (Solo se pubblicate un post sul blog)
  • Fotografate i tre libri che più vi sono piaciuti e che avete letto nel 2016
  • Condividete la foto su Facebook e\o sul vostro blog con l’hashtag #Olibriadi
  • Taggate tre persone o tre blog

È stata una scelta dura, ma alla fine ho optato per questi 3.


1. 

Letto quest’estate, divorato e amato. Bello, bello, bello! Probabilmente il mio classico preferito ❤

2. 

Un libro che tutti i bambini dovrebbero leggere, spassoso e allo stesso tempo intelligente. Indimenticabile il racconto del mese di dicembre… 🙂

3. 

Fa soffrire. Fa piangere. Fa arrabbiare. Semplicemente, fa riflettere.

A mia volta nomino

  1. Milioni di Particelle 
  2. Canti delle Balene
  3. erigibbi

Infine, un buon anno non è tale se non viene preceduto da una lunga lista di propositi che puntualmente non verranno rispettati. Ecco quindi cosa mi piacerebbe riuscire a concludere prossimamente

  1. Mantenere il blog attivo: pubblicare due articoli a settimana richiede impegno e per gestire un blog di recensioni letterarie devi leggere. In poche parole, non sempre il tempo è quello che vorremmo
  2. Creare nuove rubriche a cadenza irregolare: book tag, recensioni, teaser tuesday, book tag, teaser tuesday, recensioni,.. ECCHEPPALLE, FACCIAMO ANCHE ALTRO (ma ovviamente potete tranquillamente continuamente a nominarmi nei book tag, eh! 😀 )
  3. Avevamo detto “lunga lista”? Ahahaha. Punta in alto, Gaia, punta in alto. Dico “raggiungere i 50 follower WordPress”
  4. Capire come convertire il plugin del programma affiliazioni Amazon e come inserirlo nel blog e quindi negli articoli (si accettano miracoli e consigli)
  5. Leggete almeno 55 libri
  6. Trovare la giusta dose di masochismo necessaria per recensire in inglese eventuali libri in inglese

Credo di aver detto tutto, ma sicuramente sto dimenticando qualcosa di estremamente importante e mi toccherà correggere questo papiro dopo averlo dato alla stampa. Che vergogna. Vabbè. Comunque con questo è tutto, grazie di esserci, di leggermi, grazie a chi commenta e a chi non lo fa, grazie all’elfo domestico che occasionalmente mi beta gli articoli (e che alla domanda “Che fai?” un giorno sì è vista ricevere come risposta “Sto creando un blog”), grazie all’altro elfo domestico che mi aiuta nella parte grafica (sto ancora aspettando Tu-Sai-Cosa), grazie ai miei prof vecchi e nuovi che seguono il blog (è imbarazzante), grazie ad Alice Basso che mi legge anche lei (è altrettanto imbarazzante), grazie a tutti quanti e buon anno nuovo, siete forti! 😀

– Gaia